Banner Massachusetts Latitudes

7 novembre 2011

Genus Bononiae di Bologna: concerti 2011-2012

Categorie: News&Eventi

MaurizioBenOmar Genus Bononiae di Bologna: concerti 2011 2012

Genus Bononiae. Musei nella Città è un percorso culturale ed artistico che si articola nei palazzi storici di Bologna, restaurati ed adibiti all’uso pubblico. E’ un percorso urbano che racconta la storia, la vita, le arti e i sogni dei bolognesi utilizzando le strade cittadine come corridoi ed i palazzi e le chiese come sale per mostre ed eventi.

In occasione della stagione concertistica 2011-2012 le location sono soprattutto due, San Colombano e la Chiesa di Santa Cristina della Fondazza

  • San Colombano: ottobre 2011-giugno 2012

Il programma di concerti in questa sede mira soprattutto a valorizzare il multiforme mondo sonoro degli antichi strumenti musicali ivi conservati e a presentare artisti che al connubio tra autenticità sonora e pagina musicale si sono consacrati. Il clavicembalo di Giovanni Battista Giusti (1789), “principe” dell’intera collezione, sarà affidato all’abilità del maestro Gustav Leonhardt, il raro pianoforte a tangenti di Baldassarre Pastore (1799), di cui si sta ultimando il restauro, all’insigne cultore del pianoforte storico Andreas Steier. Strumenti molto particolari si avvicenderanno in un’armonia di suoni e tra gli strumenti a fiato avrà un posto d’onore un clarinetto di Heinrich W. Grenser (inizi del sec. XIX – serata dal 21 giugno).

Come nella stagione passata, verrà rievocata la simbiosi tra arte popolare e arte colta in una serata dedicata all’ottava rima in musica mentre due serate saranno consacrate a tre grandi figure del Seicento musicale italiano, Tarquinio Merula e Isabella Leonarda, di cui risuoneranno, affidate al canto e all’organo, pagine recentemente scoperte, e Girolamo Frescobaldi. La stagione sarà inaugurata da un concerto commemorativo del 150° della nascita dell’insigne liutaio bolognese Giuseppe Fiorini, nel corso del quale verrà eseguito in prima esecuzione moderna un Konzerstück, recentemente venuto alla luce, del maggiore cultore dell’arte sinfonica e da camera in Italia nell’Ottocento, Antonio Bazzini.

  • Chiesa di Santa Caterina: novembre 2011-aprile 2012

Luogo dove vengono custoditi autentici capolavori artistici, luogo di culto e nuova sede della musica per la città di Bologna, affermandosi come un riferimento, per il valore e l’originalità delle proposte. Grandi artisti come Mario Brunello, Salvatore Accardo, Jordi Savall, Giovanni Sollima, i Quartetti Brodsky e di Cremona, si sono di volta in volta prestati alle esecuzioni di capolavori come le Suites per violoncello solo di Bach o l’integrale cameristica di Robert Schumann, o ancora i quindici Quartetti per archi di Dmitrij Šostakovič.

Ed è sempre nel medesimo spirito di ricerca e divulgazione che la quinta edizione di Musica in Santa Cristina propone due programmi che indagano a fondo la letteratura e lo ‘strumentario’ della musica: l’uno monografico, l’altro, com’è ormai consuetudine, affidato ad uno sguardo trasversale sulla storia del repertorio. La prima rassegna, Franz Schubert – I capolavori pianistici 1822-1828, affianca alle principali opere per pianoforte del compositore austriaco il suo ciclo liederistico più celebre, la Winterreise. La seconda rassegna, Sinfonico da camera Viaggio alle radici della grande musica, rappresenta nella sua concezione un’ulteriore novità: proporremo infatti l’ascolto dei capisaldi della letteratura orchestrale di tutti i tempi, dalle sinfonie di Beethoven ai concerti per pianoforte di Chopin, da Pierino e il lupo al Carnevale degli animali, ma secondo una prospettiva del tutto inedita.

Il programma completo della stagione concertistica 2011-2012 è consultabile sul sito web del Genus Bononiae.

Testo a cura di Federica Giuliani

Tags: ,



Lascia un commento

* Il campo è richiesto

*