Picasso a Venezia apre la stagione autunnale delle mostre

Line Spacing+- AFont Size+- Print This Article

Al Museo Peggy Guggenheim dal 26 Agosto 2017 al 7 gennaio 2018

Pablo Picasso, La Baignade, 1937. Courtesy of Peggy Guggenheim Collection

A Venezia arriverà una mostra dedicata ad un periodo preciso dell’attività di Pablo Picasso ed al suo rapporto con il tema della “spiaggia”.“Vivere a Venezia, o semplicemente visitarla, significa innamorarsene e nel cuore non resta più posto per altro”: così diceva Peggy Guggenheim, grande mecenate e collezionista americana, icona di gusto, amica di critici e artisti, che all’amata città italiana ha lasciato un’eredità di inestimabile valore e prestigio: un museo unico al mondo. Vi inaugura questa estate – e si protrae per 6 mesi – una mostra dedicata ad un periodo preciso dell’attività di Pablo Picasso ed al suo rapporto con il tema della “spiaggia”.

 La Peggy Guggenheim Collection è il più importante museo in Italia di arte europea e americana del XX secolo.

Riunisce la raccolta personale di capolavori della grande appassionata d’arte, fra cui opere di Picasso e tanti altri suoi contemporanei, riunendo il meglio di quanto da lei collezionato a Londra, Parigi e New York fra il 1938 e il 1947. Si trova a Palazzo Venier dei Leoni, un tempo sua abitazione, sul Canal Grande. È uno dei “fiori all’occhiello” di Venezia, una delle principali attrattive per appassionati e curiosi che visitano la città sedotti anche dall’arte contemporanea e non solo dalle vestigia del suo passato.

La mostra “Picasso sulla spiaggia” vi si terrà dal 26 agosto 2017 al 7 gennaio 2018.

Nasce dalla collaborazione con il Museo Picasso di Parigi ed il Museo di Belle Arti di Lione e si snoda intorno al capolavoro di Picasso “Sulla spiaggia” (1937), una delle opere predilette dalla Guggenheim, insieme ad una selezione di disegni e dipinti realizzati dal grande artista tra febbraio e dicembre 1937. Come suggerisce il titolo, l’esposizione esplora il tema della “spiaggia”, ricorrente nella produzione dell’artista, che inizia a cambiare nel 1937 durante il soggiorno di Picasso in Francia, diventando sempre più viscerale e fortemente collegato al Surrealismo.

 Dove dormire a Venezia

SINA Centurion Palace 

A due passi dal Museo Peggy Guggenheim, domina il Canal Grande alla foce del bacino di San Marco, sul versante di Dorsoduro, in una posizione straordinaria tra la Basilica di Santa Maria della Salute e Punta della Dogana (sede della Fondazione François Pinault). In un antico palazzo dalla facciata gotica e dagli interni di design creati in esclusiva: un contrasto in armonia col sestiere dove sorge, il più antico di Venezia, ma che ormai ospita l’eccellenza dell’arte contemporanea.

Ca Maria Adele 

Pochi metri più in là, si trova Ca Maria Adele. Si sviluppa tra le mura di un’antica casa del 1500 completamente ristrutturata nel rispetto dell’ambiente, ubicata nel quartiere più esclusivo, affascinante e tranquillo di Venezia, affacciata sul canale prospiciente la magnifica Chiesa della Salute ad un minuto da Piazza San Marco.

www.condenastjohansens.com

Testo di Stefania Bortolotti |Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Eventi

Le città italiane più amate su Instagram

Le città italiane più amate su Instagram

34 Credit: @tamara_kvitia In occasione del decimo anniversario dell’hashtag Holidu, il motore di ricerca per case vacanza,  ha creato #Viaggiare con gli hashtag, una classifica delle 45 città italiane e delle [...]

RICEVI GRATIS LA RIVISTA
Compila questo modulo per ricevere tutti i mesi gratuitamente la nostra rivista Latitudes direttamente nella tua email.
Latitudes App
Sfoglia la nostra rivista ovunque tu sia
Latitudes App
Sfoglia la nostra rivista ovunque tu sia