Viaggio nella musica di De André

UF. De Andrè - immagine dal webna grande mostra multimediale dedicata al cantautore genovese, che oggi avrebbe 70 anni e a 10 anni dalla scomparsa, alla scoperta dell’universo musicale dell’artista tra manoscritti e immagini inedite di archivio a Roma all’Ara Pacis.

Fabrizio De Andrè: Cristiano, il figlio, in un tour che dura da un anno, lo canta. Roma, dopo Genova e Nuoro,  lo celebra con una mostra.

De Andrè è un grande, è l’artista che ha usato le parole e la musica per raccontare la vita, l’amore, le situazioni estreme e quotidiane, la fotografia di un’Italia che forse non esiste più, le sensazioni di un uomo verso e il mondo. Le sue canzoni sono il bagaglio che fa parte di tanti di noi, la sua visione è diventata la nostra. La sua generazione non lo può dimenticare, e i figli hanno fatto loro parole e musica. 

Arriva a Roma, la mostra già esposta a Genova e Nuoro e che ha molto emozionato con il suo carico di ricordi, immagini, video e musica. Un percorso multimediale racconta la vita e le passioni del grande artista

La mostra, curata da Vittorio Bo, Guido Harari, Vincenzo Mollica e Pepi Morgia, affronta i grandi temi della poetica di De André: la società del benessere e il boom economico degli anni ’60, gli emarginati e i vinti, la libertà, l’anarchia e l’etica, gli scrittori e gli chansonniers, le donne e l’amore, la ricerca musicale e linguistica, l’attualità nella cronaca, i luoghi rappresentativi della sua vita.

Informazioni:

dal 24 febbraio al 30 maggio 2010

Fabrizio De André. La mostra

Museo dell’Ara Pacis, Lungotevere in Augusta, Roma

 www.fabriziodeandrelamostra.com

immagine dal web
a cura di Teresa Scacchi

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.