La Basilicata fa il giro d’Italia

Riparte l’evento itinerante “Basilicata in Tir”. Dal 23 aprile al 13 maggio le bellezze turistiche della Basilicata faranno tappa a Salerno, Latina, Assisi, Firenze, Pisa e Bologna.

basilicata

Sei tappe e oltre un migliaio di chilometri da percorrere in venti giorni. Sono i numeri più significativi della quarta edizione di “Basilicata in Tir: seduzioni in viaggio”, l’evento itinerante organizzato dall’associazione culturale Identità Lucana che dal 23 aprile al 13 maggio porterà nelle piazze delle principali città italiane le bellezze turistiche della Basilicata. L’evento è realizzato in collaborazione con Regione Basilicata e Apt Basilicata. La prima tappa del tour-in-tir sarà Salerno dal 23 al 25 aprile, seguiranno nell’ordine Latina, Assisi, Firenze e Pisa. Ultima tappa a Bologna dall’11 al 13 maggio. In ogni piazza sarà allestito un vero e proprio villaggio che ospiterà spettacoli, degustazioni e incontri con le comunità lucane. Nell’ambito della manifestazione l’Agenzia di Promozione Territoriale della Basilicata curerà una serie di workshop con gli operatori turistici per promuovere il prodotto Basilicata. Nelle tre precedenti edizioni “Basilicata in Tir” ha fatto tappa in 40 città, totalizzando circa 200 mila visitatori. Ulteriori informazioni sull’evento si possono reperire sul sito www.basilicataintir.it e sulla pagina Facebook www.facebook.com/basilicataintir.

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.