Percorsi enogastronomici in Navarra

La terra spagnola offre innumerevoli capolavori artistici e naturali prospettando una notevole ricchezza culturale che si esprime anche attraverso la tradizione culinaria: le tavole imbandite lasciano che il palato ripercorra sentieri enogastronomici davvero stuzzicanti. Nel Reyno de Navarra, si concentrano diversi prodotti a denominazione d’origine controllata tra cui spiccano l’alcachofa de Tudela (carciofo), l’espárrago de Navarra (asparago) e il pimiento del Piquillo de Lodosa, una varietà di peperone dal sapore leggero e vagamente arrostito. Oltre ai vegetali, meritano sicuramente di essere assaggiati i latticini caratteristici dell’area dei Pirenei come la toma di Idiazabal e il cremoso formaggio di Roncal. Se siete alla ricerca di un pranzo completo in puro stile locale dovreste provare la menestra (verdure saltate), i cuori di carciofo con prosciutto, il cordero ternasco al chilindrón (agnello in salsa di pomodoro, peperone e cipolla), cervo in salsa di mirtilli e per dessert cannoli alla crema. La ciliegina sulla torta è il pacharán: un distillato ottenuto dalla macerazione delle prugne nell’anice. Restando nel campo degli alcolici pregiati, potrete percorrere La Ruta del Vino. Inaugurata nel 2008, si tratta di un sentiero alla scoperta delle “bodegas”, ovvero le cantine, dove è possibile degustare le più alte espressioni del vino della Zona Media (Pamplona). L’appuntamento da non mancare è sicuramente il Dia de las Migas, tipica sagra popolare che si svolgerà il 19 settembre nel paesino medievale di Ujué. Protagonista assoluta è una pietanza preparata dai pastori in modo tradizionale, le Migas appunto, i cui ingredienti sono pane raffermo, grasso di pecora e aglio accompagnati da una zuppa. Per ulteriori informazioni rimandiamo ai link di seguito.

Testo di Mauro Pinto

Link utili

Sito del Turismo della Navarra – Qui potrete trovare le strutture alberghiere e i ristoranti

Rute del Vino de Navarra

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.