Merano: le meraviglie della primavera ai Giardini di Sissi

Il primo aprile sarà davvero primavera: la data segna l’apertura dei Giardini di Sissi a Merano e il 2011 scandisce il decimo anniversario dello splendido parco. I numeri del giardino sono notevoli ed è tra le mete turistiche più apprezzate dell’Alto Adige: 80 ambienti botanici con specie endemiche di varie parti del mondo, 10 padiglioni artistici e avvenimenti enogastronomici la rendono un’attrazione dal grande fascino. Lo spettacolo da non perdere è la fioritura in cui si schiudono anemoni, peonie, tulipani, narcisi, giacinti e corone imperiali solo per ricordarne alcuni. La novità di quest’anno è il tunnel ricavato nella roccia “Il Regno sotterraneo delle piante” strutturato come un percorso esperienziale: la prima caverna mette i visitatori di fronte al terribile Cèrbero per poi intraprendere un sentiero incentrato sulle fasi dello sviluppo sotterraneo e della crescita delle piante. Il tutto è intervallato da stazioni interattive che permettono a bambini e adulti di scoprire e stupirsi piacevolmente. La guida cartacea messa a disposizione del pubblico, è strutturata per accontentare chi è interessato non solo all’arte, ma anche al giardinaggio e alla storia della principessa Sissi. Oltre al verde è previsto un ricco calendario di eventi incentrati sulla musica e sull’enogastronomia con il World Music Festival, dj set e concerti di musica etnica. Nel museo provinciale del turismo (Touriseum) ci sarà l’inedita mostra “Desidera?” che ha come tema la figura del cameriere: tra i momenti curiosi ci saranno un corso di piegatura del tovagliolo con Joan Sallas e un seminario sull’allestimento della tavola.

Testo di Mauro Pinto

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.