Montecatini: un’occasione unica per vedere gli Uffizi fuori sede

Il Comune di Montecatini, grazie alla collaborazione con la Galleria degli Uffizi, allestirà in data 16 aprile la mostra “Santi Poeti Navigatori”. Ci saranno oltre 70 opere in esposizione per formare una galleria di personaggi importanti distintisi in vari campi. I ritratti sono di Cristofano dell’Altissimo che li ha realizzati tra il 1552 e il 1568, per il progetto della Sala del Mappamondo a Palazzo Vecchio (Firenze) concepita da Cosimo I de Medici. I personaggi protagonisti sono papi, cardinali, famosi cavalieri, scrittori e geni letterari: il principe Saladino Sultano d’Egitto e Persia, Dante, Leonardo, Michelangelo, Cristoforo Colombo e Carlo V solo per citarne alcuni. La varietà degli oggetti che accompagnano le figure non permettono alla monotonia di velare l’occhio dei visitatori, e le espressioni dei volti lasciano trasparire la personalità dei singoli in maniera vivida cogliendone i tratti salienti. La sorpresa e un po’ il mistero di questa mostra è dato dai simboli astrologici ritrovati sul retro delle tele: la particolare categorizzazione lega pianeti e segni zodiacali agli uomini ritratti. Ad esempio i re e i potenti sono sotto l’auspicio del Sole che indica regalità, saggezza e autorità, mentre i combattenti fanno capo a Marte simbolo della guerra. La mostra è strutturata in 4 parti: l’”Introduzione alla fortuna del tema degli uomini illustri a Firenze”, “Paolo Giovio: il museo di Como e l’attività per i Medici”, “Cosimo I e la collezione di ritratti di Cristofano dell’Altissimo per la sala del mappamondo in Palazzo Vecchio” e infine una quarta sezione con serie di ritratti. La mostra rappresenta un’occasione unica per vedere un “pezzo” degli Uffizi fuori dalla sua sede abituale.

Testo di Mauro Pinto

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.