Sulcis Iglesiente: itinerari per gli amanti della mountain bike

I raggi primaverili fanno pendant con i raggi delle ruote delle mountain bike nella zona del Sulcis Iglesiente. In Sardegna quest’area è un must sia per gli appassionati del ciclismo fuoristrada, che per gli amanti del verde nella sua espressione più pura: il paesaggio è composto da foreste, miniere, deserti, boschi, montagne e grotte. La provincia di Carbonia Iglesias presenta questo mix di ingredienti lungo itinerari ideati per godere i benefici di un’attività fisica ritemprante coniugandoli a sentieri meravigliosi. Il percorso delle aree umide parte da Calasetta che accoglie i visitatori inebriandone l’olfatto con il profumo del pane e della focaccia ancora caldi. Si prosegue per Sant’Antioco, San Giovanni Suergiu, Giba, Sant’Anna Arresi: i comuni sono distribuiti su un territorio pianeggiante pieno di lagune, stagni e saline. Altamente suggestiva è la via del Mare dove, mentre le ruote lasciano la scia sul bagnato, i fenicotteri sembrano nuvole rosa a pelo d’acqua. L’isola di San Pietro offre un itinerario che si snoda tra le Saline di Carloforte e tocca la Punta delle Colonne fino a Capo Sandalo. Dal 1981 la LIPU ha dichiarato la zona oasi protetta ed è qui che sostano i rapaci. L’ultima proposta riguarda un viaggio a pedali da intraprendere con una guida esperta sulle orme del giovane re Nur nella Valle delle fate. Il profilo del Marganai, bastione calcareo, si lascia segnare dai tasselli delle gomme che solcano asfalto e sterrato per arrivare prima al villaggio nuragico di S’Omu e S’Orcu, e poi al traforo della grotta di San Giovanni. Sfrecciare dal giardino di Linasia fino al rio Corongiu è un’emozione unica che guida alla piazza Quintino Sella per prendere una boccata d’aria e magari qualcosa al bar.

Testo di Mauro Pinto

STYLE CSS VIDEO