Nuovi Turismi, 100 idee per muoversi

Un viaggio nello spazio o un tour nella  vostra città deserta in agosto come non l’avete mai vista? Un libro, quasi un vademecum, con tante idee da cogliere al volo per reinventarsi le vacanze, ma anche un mini trattato di sociologia per capire come si muove il mondo di viaggiatori e turisti.

Carino e leggero, il libro offre davvero tante idee e cataloga comportamenti e tendenze. Cento sono le categorie dove trovare idee inusuali come il lancio nello spazio o i tour sui set di film e ficton, tour letterari sulle orme di grandi romanzi. Altre classificazioni sono meno romantiche come il bisturi travel, viaggio e chirurgia estetica, ma anche sorrisi smaglianti o operazioni più serie. C’è poi il Gherra Travel, gite organizzate nei Paesi in guerra, molto opinabile come anche le gite sui luoghi dei delitti o i misery travel, tour fra i miserabili,  ma è un dato di fatto: la gente ci va.

Vacanze per shopping victim e vacanze tematiche: per soli uomini, sole donne, senza figli, con tutta la famiglia allargata. Molto in voga in tempi di crisi il viaggio virtuale, dalla poltrona di casa  giro il mondo con un click.

Il turismo oggi è in via di specializzazione e se pure le mete sono tutte note o quasi, esistono nuovi modi per viverle da viaggiatori esperti, il libro offre la possibilità di  scoprire e organizzare vacanze fuori dagli schemi. Ventitrè capitoli,  e una lista di tour operator specializzati sono gli strumenti suggeriti per realizzare viaggi inusuali. È un libro da leggere senza ordine, da consultare per farsi venire qualche idea per sfuggire alla quotidianità, da sfogliare di tanto in tanto come fosse un dossier sul tema vacanze, con cenni di storia del turismo, un’aggiornata ricerca giornalistica di fonti e un’affidabile selezione di strumenti di viaggio scritto dagli esperti del settore Mario Gerosa e Sara Magro.

Nuovi Turismi, di Mario Gerosa e Sara Magro – Morellini editore, marzo 2011, pagg. 207, € 14,90

a cura di Teresa Scacchi

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.