TORONTO International Film Festival

SOTTO I RIFLETTORI, IL GENIO DI FEDERICO FELLINI

Dal 30 giugno al 18 settembre 2011
Una mostra multidisciplinare unita ad un duplice programma scelto da alcune delle maggiori personalità del cinema internazionale, con enfasi speciale sulla celebrità e il fenomeno dei paparazzi.


Ossessioni Spettacolari, mostra che sarà allestita dal 30 giugno al 18 settembre 2011 al TIFF Bell Lightbox.
L’evento offre una panoramica suggestiva ed informativa sulle maggiori tematiche presenti nelle opere di Fellini come le sue ossessioni, le sue passioni ed il suo processo creativo. La mostra metterà in luce la maniera in cui il regista ha saputo presentare al mondo l’idea della celebrità traendo l’ispirazione dalla cultura popolare ed incorporandola al suo lavoro. Ogni angolo della mostra sarà occupato da immagini tratte dalla cultura popolare che hanno influenzato l’arte di Fellini: dagli scandali  pubblicati sulla stampa scritta alle star, i sex-symbol, i temi della musica e del circo che lo hanno tanto ispirato. Tra gli elementi esposti più salienti vi sono le rare riprese di Mastrona, un film rimasto incompiuto sulla vita dell’aldilà, i provini e le fotografie di non-attori che permettono di meglio conoscere il processo di casting del regista ed una documentazione originale delle riprese della gente a Milano intenta a guardare la statua del Cristo che vola sopra la sua testa; evento unico, questo, che ha ispirato la famosa scena iniziale del capolavoro felliniano La Dolce Vita. La mostra sarà inoltre affiancata da una programmazione cinematografica, curata da Noah Cowan, che mette in rilievo il contributo di dieci personalità del cinema tra cui, Atom Egoyan ed Isabella Rossellini. Quest’ultimi realizzeranno il loro duplice programma di sogno accoppiando il film di Fellini che preferiscono con un altro film  da loro prediletto che li ha ispirati.

A cura di: Samantha Lamonaca

Info: Tiff

See Toronto Now

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.