TOCATÌ: Festival Internazionale dei Giochi in Strada

Dal 23 al 25 settembre torna a Verona, il TOCATI’, il Festival Internazionale dei Giochi in Strada che giunge quest’anno alla nona edizione…

Spettacolari giochi tradizionali provenienti da vari Paesi del mondo e da tutte le regioni d’Italia saranno al centro della nona edizione di Tocatì, Festival Internazionale dei Giochi in Strada (23-25 settembre 2011), organizzato dall’Associazione Giochi Antichi in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Verona. Gruppi di giocatori appassionati, che vengono a condividere le tradizioni e gli antichi gesti ludici del loro territorio e a raccontare le loro abitudini e la loro storia, proporranno circa 50 giochi nelle vie e nelle piazze di una delle più belle città del mondo, dove per tre giorni il traffico viene deviato e le auto spariscono.

Tutte le regioni d’Italia saranno presenti con giochi tradizionali, per sottolineare il ricorrere, quest’anno, dei 150 anni di unità nazionale. Ci saranno, tra gli altri: Stù (Abruzzo), Zachegn (Emilia Romagna), Scalillo (Campania), Lotta coi bastoni (Puglia), Zoni (Trentino Alto Adige), Lavre (Friuli Venezia Giulia), Pirlì (Lombardia), Bije (Piemonte), Noci (Liguria), Trampoli (Marche), Pljocke (Molise), Lotta S’istrumpa (Sardegna), P’zz’cantò (Basilicata) e Burea S’gepera (Veneto).  E sono stati invitati giochi provenienti da vari Paesi del mondo, come Capoera (danza-lotta) dal Brasile, Kabubu (lotta) dalla Repubblica Democratica del Congo, El Matreg (combattimento con bastoni) dall’Algeria, Rope Skipping (salto della corda acrobatico) da Taiwan, Zurkhaneh (rito di origine persiana) dall’Iran, Ulama de Cadera (gioco di palla azteco) dal Messico,  Varpa (gioco da lancio) dalla Svezia e La Malha (birilli) dal Portogallo.

Durante il Festival piazza dei Signori si trasformerà in piazza Mondo e il pubblico potrà scoprire tradizioni e bellezze paesaggistiche e artistiche di Paesi di quattro diversi continenti, mentre sul palcoscenico si avvicenderanno artisti per interpretare  musiche, canti e danze dei loro territori d’origine. Come di consueto in Lungadige San Giorgio un altro palcoscenico accoglierà i gruppi musicali italiani, scelti in collaborazione con la Rete Italiana di Cultura Popolare. Nella ex chiesa di San Giorgetto (San Pietro Martire), verrà allestita una mostra fotografica che racconterà l’Italia del gioco tradizionale, e in vari luoghi della città ci saranno conferenze ed incontri con personaggi del mondo della cultura.

RICORDIAMO CHE:

-I giochi saranno praticati ogni giorno per otto ore come spettacolo per il pubblico, e chi desidera partecipare e imparare gli antichi gesti ludici verrà accolto da giocatori pronti a trasmettere la loro sapienza e la loro passione.

Agli spettacoli si aggiungeranno numerosi momenti conviviali, con concerti per strada e aperitivi nelle piazze e nelle osterie.

-Un servizio speciale di imbarcazioni istituito per il Festival consentirà di visitare Verona navigando lungo l’Adige.

Nelle Cucine del Festival e nell’Osteria del gioco si potranno gustare i vini e i prodotti tipici della zona di Verona e di alcuni Paesi del Mondo, per scoprire e rivalutare i sapori della tradizione.

A cura di: Samantha Lamonaca

Info: Tocatì

In caso di pioggia il festival si tiene in spazi al coperto.

Biglietto: il festival è gratuito.

info@tocati.it

www.associazionegiochiantichi.it

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.