Northern Territory. Un ristorante con vista su Uluru

Nel cuore rosso del Northern Territory australiano una nuova opportunità di trascorrere una serata speciale, con vista su Uluru.


Nel vasto Red Centre del Northern Territory si erge il monolito di Uluru/Ayers Rock, la bellezza naturale più conosciuta di tutta l’Australia. Dall’alba al tramonto, la roccia sacra agli aborigeni si colora delle più diverse sfumature che si accendono e si attenuano nelle diverse ore del giorno.  Per vivere pienamente questi luoghi, il gruppo Voyages, proprietario del lussuoso resort  Longitude 131,  propone una nuova esperienza esclusiva sotto il cielo stellato dell’outback.

A partire dal 1 aprile 2012 infatti, sarà disponibile Tali Wiru (letteralmente “bella duna”nella  lingua della popolazione locale Anangu), per una serata indimenticabile: il ristorante all’aperto avrà un’esclusiva vista su Uluru e  Kata Tjuta, e, sorseggiando champagne attorno al fuoco mentre il sole tramonta,  gli ospiti potranno godere di una esperienza indimenticabile.  I tavoli per la cena verranno allestiti sulla “bella duna” di sabbia rossa: quattro portate abbinate a vini australiani di grande livello, e poi si ascolteranno racconti  e leggende accompagnati dal suono di un didgeridoo.

Prenotazioni disponibili a partire da ottobre 2011.
Stagionalità: 01 Aprile 2012 – 15 Gennaio 2013
Prezzi a persona 295 AUD, per uso esclusivo della location 5015 AUD.

A cura di Federica Giuliani

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.