Istanbul. Weekend low cost a 150 euro

Istanbul è una città di grande fascino che ogni anno attira milioni di visitatori. E’ possibile trascorrervi un weekend low cost, potendo conoscere le sue bellezze architettoniche ed assaporando le delizie gastronomiche.

Una curiosità: il nome della città di Istanbul rispecchia le civiltà che nei secoli ne hanno caratterizzato la storia. Fu fondata dai coloni greci di Megara nel 667 a.C. e in origine venne chiamata Byzantion, in onore del loro re Byzantas. Quando poi divenne la capitale dell’Impero romano, fu chiamata Costantinopolis, in onore dell’Imperatore romano Costantino. Il nome attuale, infine, sembra derivare da una frase greca medievale, da pronunciarsi istim bolin, con la quale i Greci si riferivano alla ‘Città delle Città’.

La zona di Sultanahmet è il cuore della città vecchia di Istanbul, dove sorgono la Moschea Blu, con le belle maioliche, Santa Sofia, sorprendente museo e le cisterne sotterranee, dalla straordinaria architettura ed acustica. Inoltre, il principesco Palazzo di Topakpi, arroccato sul corno d’oro, che è stato testimone di avventure ed intrighi, dove è custodito l’omonimo pugnale. Al di là del Bosforo, invece, il quartiere di Galata con la sua torre e Taksim, la zona moderna e giovane. Il Grand Bazar è interessante non solo per le merci in vendita ma anche per la struttura coperta che lo ospita, un vero labirinto. Il mercato delle spezie, invece, è il luogo ideale per fare un po’ di shopping tra cui i pe?temal, i colorati teli di cotone che si utilizzano nel bagno turco. A Be?ikta? si trova il Palazzo Dolmabahçe, il rpimo edificio in stile europeo costruito in città. Kumkapi, il cui cuore è un vivace porticciolo dove acquistare pesce o degustarlo in uno dei numerosi ristoranti.

Ad Istanbul c’è molto da fare e vedere.

Dormire: Istanbul offre molte possibilità di alloggio con ogni tipo di budget. Volendo soggiornare nella zona di Sultanahmet, il centro storico, ottimo è il Sultan Hostel. Offre stanze sia condivise che singole. Per una stanza doppia privata con bagno, colazione e wifi gratuito. 25 euro a testa per notte.

Mangiare: A pranzo è facile e divertente assaggiare le delizie proposte dalle numerose bancarelle lungo il Bosforo, che offrono panini con il pesce e cozze ripiene, o un panino con il kebab. 4 euro

Per assaggiare la vera cucina locale in un ristorante, invece, è consigliabile scegliere locali frequentati prevalentemente da turchi.

  • In zona Hocapa?a c’è il Pide Kebap Lahmacun Pizza, in Hocapa?a Sokak No:19 Sirkeci ?stanbul. Qui potete mangiare un Pide, una specie di calzone non completamente chiuso, condito con carne e formaggio, buonissimo ed assolutamente da provare. 3,5 euro
  • In zona Be?ikta?, invece, c’è la Balkan Lokantas?, in Hoca Pasa Mh. | Hocapa?a Hamam? Sokak 26. Le lokantas? sono assimilabili alle trattorie italiane, nel senso che vengono utilizzate più che altro dai lavoratori nelle pause pranzo e quindi hanno dei prezzi molto bassi. La loro caratteristica è che funzionano in stile self service ed è possibile assaggiare molte specialità gastronomiche. 6 euro

Visitare: la Museum Pass Istanbul Card permette di entrare nei musei gestiti dal Ministero della Cultura e del Turismo di Turchia. E’ valida fino a 3 giorni e consente di entrare direttamente senza fare la coda alla biglietteria. E’ acquistabile presso il museo di Santa Sofia, il Palazzo di Topkapi e presso i musei archeologici della città. La tessera, inoltre, dà diritto anche a numerosi sconti presso varie strutture museali private in occasione di spettacoli ed eventi culturali. 30 euro

Muoversi: spostarsi con i mezzi pubblici è comodo e veloce. Si può acquistare un biglietto cumulativo che si chiama AKBIL, ricaricabile alle macchinette o ai chioschi, che permette di viaggiare su tutti i mezzi pubblici, traghetto compresi. Prevede tariffe scontate rispetto ai regolari biglietti singoli, che costano 60 centesimi di euro. Bisogna pagare 2.50 euro di deposito che verranno restituiti alla riconsegna. Al giorno in media 5 euro

Da non perdere: se non eccedete con lo shopping, dovrebbe entrare nel budget anche una seduta all’hammam storico di Ca?alo?lu. Il percorso turco completo, con peeling, savonage e massaggio, non costa poco ma sono soldi ben spesi. 40 euro

Totale weekend a Istanbul: 150 euro + volo

Testo e foto di Federica Giuliani

Link utili: Sultan Hostel, Museum Pass Card

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.