Natale lowcost in Irlanda: natura, Spa e mercatini

Voglia di vacanze invernali all’insegna del relax a basso prezzo? Con le tariffe a basso costo di alberghi e ristoranti in tutto il paese e gli sconti delle compagnie aeree, l’Irlanda potrebbe essere la destinazione ideale.

Nell’Isola di Smeraldo, la stagione natalizia è semplicemente magica. Le atmosfere misteriose, le luci vivaci e il cielo capriccioso sono ancora più seducenti in questo periodo dell’anno.

In cima alla lista dei luoghi da visitare c’è la Penisola di Dingle, eletta da National Geographic Traveller il posto più bello del mondo per la varietà dei panorami marini, i pittoreschi villaggi costieri, gli oltre 2000 siti archeologici e la presenza di un consistente Gaeltacht (territorio di lingua gaelica). Situata sulla costa sud-occidentale, la penisola è la più settentrionale delle tre lingue di terra che si protendono nell’Atlantico nella contea di Kerry.

Al centro della vita della penisola è il piccolo villaggio di Dingle, località ben attrezzata con coloratissime vie su cui si affacciano numerosi pub che spesso offrono musica tradizionale e buona birra. Per gli appassionati di animali, da non perdere l’acquario con postazioni multimediali Oceanworld e le escursioni in battello per cercare di avvistare Fungie, il delfino che vive nella baia di Dingle da oltre 20 anni.

Un’altra idea originale è quella di alloggiare in uno dei tanti vecchi fari affacciati sull’oceano da nord a sud dell’isola e restaurati dall’Irish Landmark Trust. Si può scegliere di soggiornare nell’antica residenza del guardiano del Loop Head Lighthouse, sulla riva nord del fiume Shannon, che domina la costa ovest dall’alto di una scogliera. Oppure nel Blackheld Lightkeepers’ House, che sovrasta lo spettacolare paesaggio del Belfast Lough, a pochi km dalla capitale.

Per chi preferisce rilassarsi in una comoda Spa, invece, c’è l’imbarazzo della scelta:  sono moltissimi gli hotel di lusso all’interno delle grandi ville georgiane nelle campagne irlandesi. Nella contea di Wexford, la Monart Destination House offre la gamma più completa di trattamenti e terapie di bellezza e fino al 4 dicembre due maestri Shaolin insegneranno tecniche di meditazione orientale e arti marziali cinesi. La Dunbrody House, nella stessa contea, organizza invece corsi culinari, mentre al nord si può trovare la Gaòlgorm Resort Spa.

Dato che ci si avvicina al Natale, non possiamo fare a meno di citare i “Twelve Days of Christmas”: la tradizione vuole che il giorno della vigilia ognuno accenda una candela sotto a una delle finestre di casa, per dare rifugio ai viandanti nei giorni più bui dell’anno.

Immancabile è la visita al villaggio natalizio 7Up Winter Wonderland, allestito in un parco di Dublino e aperto dall’1 dicembre all’8 gennaio, eccetto il giorno di Natale. Per l’occasione, ci saranno la più grande pista coperta di pattinaggio su ghiaccio d’Irlanda, un circo di Natale, una ruota gigante, attrazioni per tutti i gusti e le età, un mercato tradizionale, oltre a caffè, bar e altro ancora, compreso un fiabesco Santa’s Christmas Village.

Chi apprezza la buona tavola, non si lascerà sfuggire Taste of Christmas, una mostra annuale sul cibo delle feste (dal 25 al 27 novembre, presso il Dublin Convention Centre), con la presenza di celebri chef, assaggi di tutti i tipi e lezioni culinarie, dai menu tradizionali a quelli più sofisticati. Dal 26 al 29 dicembre, invece, è tempo di gare per gli appassionati di ippica con la Leopardstown Christmas Racing Special.

A Capodanno, ce ne sarà per tutti i gusti: per i più festaioli, cenone, complessi rock e dj al Guinness Storehouse, mentre i più tradizionalisti preferiranno il concerto del Dublin Gospel Choir nella solenne cornice di Christ Church.

Insomma, l’Irlanda potrebbe essere la destinazione ideale per le prossime vacanze:  soggiorni presso romantiche guest-house con vista su scogliere spettacolari, passeggiate in sentieri incontaminati e shopping nei mercatini tradizionali.


Testo di Giorgia Boitano

Info: Ufficio per il Turismo dell’Isola d’Irlanda

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.