Portogallo. Orlo d’Europa

Informazioni utili

Informazioni: Ufficio Turistico del Portogallo Sede di Milano: Largo Augusto 20122 Milano Tel.: 02795228-02794573 -Fax: 02794622. E-mail: icepmilano@mail2.icep.pt. Sede di Roma: V.le Liegi, 21/23 – 00198 Roma. Tel: 0685301081/82/91 Fax: 0685301092 – e-mail: delroma@pronet.it

Informazioni e assistenza per organizzare un viaggio personalizzato secondo le proprie esigenze presso le migliori agenzie di viaggio.

Come arrivare: Il nostro viaggio è iniziato da Peniche che dista circa 73 km da Lisbona. In aereo: Oltre all’Alitalia, le compagnie aeree che collegano l’Italia con Lisbona sono: TapEasyjet e Portugalia. Tap ha anche il collegamento tra Lisbona e Faro. Da Lisbona è possibile raggiungere Peniche con autobus di linea. In auto: autostrada dei Fiori fino a Ventimiglia. Proseguire per Salon de Provence e Nimes e raggiungere la frontiera spagnola. Superate Barcellona e Madrid, si entra in Portogallo ad Elvas e si prosegue per Lisbona e poi fino a Peniche.

Quando andare – Clima: Il clima del sud del Portogallo è abbastanza mite, quindi è possibile viaggiare comodamente in ogni stagione., a seconda dei gusti personali. Noi abbiamo preferito viaggiare nei mesi di gennaio- febbraio per evitare il sovraffollamento turistico.

Fuso orario: un’ora meno rispetto all’Italia.

Documenti: Passaporto o carta d’identittà valida per l’espatrio. Il Paese fa parte dell’UE ed aderisce all’accordo di Schengen.

Vaccini: nessuno

Lingua e religione:
Portoghese; religione cattolica

Valuta: euro

Elettricità: 230 volts, 50Hz

Telefono: per chiamare il Portogallo dall’Italia il prefisso è 00351; per chiamare in Italia dal Portogallo il prefisso è  0039.

Abbigliamento: Scarpe adatte a camminare. Attrezzarsi anche per pioggia e vento.

Sfoglia il magazineVai alla photogalleryScarica il pdf

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.