Telefonare in viaggio senza spendere una fortuna

Quando si è in viaggio è fondamentale rimanere in contatto con chi è rimasto a casa ma telefonare dall’estero, spesso, è davvero costoso. Gli operatori telefonici italiani propongono alcune opportunità che però non sempre risultano davvero vantaggiose, soprattuto al di fuori dell’Europa. Al giorno d’oggi, tuttavia, le opportunità sono molteplici, basta sapersi districare un po‘.

La via più economica è certamente quella dei servizi VoIp (voice over internet protocol). Si tratta di una tecnologia che rende possibile effettuare una conversazione telefonica utilizzando una connessione internet. Il più famoso di questi strumenti è Skype (ma ci sono anche Viber e molti altri) che permette una telefonata interamente gratuita tra due utenti del servizio ma rende anche possibile una chiamata verso telefoni fissi e cellulari a tariffe davvero vantaggiose. E’ possibile utilizzarlo da pc e da smartphone previa copertura rete wifi, connessione che in giro per il mondo è molto comune reperire gratuitamente negli hotel ed in molti locali pubblici. In breve, con il Voice over Ip chiamare un amico a Bangkok, Roma o al palazzo accanto ha lo stesso costo, a partire da 1,9 centesimi al minuto.

  • Vantaggi: possibilità di chiamare gratuitamente tra utenti dello stesso servizio
  • Svantaggi: necessità di essere sotto copertura wifi

Ci sono poi le sim card internazionali, come ad esempio la TravelSim e la Fly Sim Card. Si tratta di normali sim prepagate, acquistabili su internet, da utilizzare con il proprio cellulare (unlocked) su rete GSM/UMTS. Le tariffe per il servizio, in molti Paesi, possono essere inferiori all’80% rispetto alle condizioni offerte dagli altri operatori, con costi che vanno dai 9 centesimi ai 21 centesimi al minuto, in base alle zone del mondo. Con alcune di queste sim le chiamate in ricezione sono addirittura gratuite e non è nemmeno necessario dover effettuare grosse ricariche prima della partenza perché è possibile farlo anche dall’estero.

  • Vantaggi: comodità di utilizzo e di averla già a disposizione quando si arriva a destinazione. Utile soprattutto se si toccano più Paesi nello stesso viaggio.
  • Svantaggi: in genere non permettono traffico dati

Infine, c’è la possibilità di acquistare una sim del Paese in cui si svolge il viaggio. Gli operatori locali sono sempre molto convenienti e propongono carte prepagate per pochi euro con del traffico compreso. Reperirle non è difficile, basta recarsi in uno di negozi della compagnia di telefonia mobile di bandiera e farne richiesta. In alcuni Paesi rilasciano una sim ricaricabile senza nemmeno chiedere un documento d’identità in altri le procedure sono un po’ più lunghe ma la convenienza che se ne ricava vale il tempo che si perde. In Turchia, ad esempio, è necessario compilare una lunga serie di moduli su cui compaiono i dati dell’intestatario e il numero di telefono assegnato viene abilitato entro 12 ore. In Tunisia è più immediato, i commerciali delle compagnie telefoniche, spesso, si fanno trovare direttamente negli hotel più turistici per sbrigare la pratica comodamente in loco. Negli Stati Uniti, invece, il discorso è differente. Hanno una diversa la logica di tariffazione ed il costo della mobilità è tutto a carico del telefono
mobile ricevente. Esistono però delle schede telefoniche con le quali si può telefonare in Italia pagando molto poco (circa 1$ per 100 minuti) telefonando dai telefoni
pubblici. In India con soli 5 euro si può acquistare una sim card con cui telefonare a tariffe molto convenienti, solo pochi centesimi a minuto. Per effettuare la pratica di registrazione, però, bisogna essere in possesso di due foto tessera, che è possibile fare anche dal più vicino fotografo. Infine, in molti Paesi si trovano sim molto convenienti anche per il traffico dati che non è generalmente compreso nelle ricaricabili voce.

  • Vantaggi: costi bassi e facilità di reperimento
  • Svantaggi: è conveniente solamente se si rimane all’interno dello stesso Stato per tutta la durata del viaggio.

Testo di Federica Giuliani

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.