Itinerari in Sardegna. Sulcis Iglesiente e le città dei minatori

Visitare il territorio del Sulcis Iglesiente significa scoprire la Sardegna seguendo itinerari insoliti e poco conosciuti, lungo un territorio che custodisce un glorioso passato. La provincia di Carbonia Iglesias si trova nella parte sud occidentale dell’isola, terra antica e sorprendente non può che conquistare per la sua pace in ogni periodo dell’anno. Fuori stagione però, quando il mare non è più un’attrattiva irresistibile, ci sono luoghi di grande interesse storico, archeologico e minerario da scoprire ed apprezzare.

Carbonia: architettura razionalista e miniere

Secolari olivastri scolpiti dal vento, aromatiche fragranze della macchia mediterranea, esotici paesaggi in miniatura delle palme nane, l’esplosione di colori delle livree della fauna, così si presenta il territorio carboniense. La varietà dei paesaggi, ora aspri e aridi, ora gentili e freschi, rappresenta una delle caratteristiche di maggior pregio del Sulcis.

Il territorio di Carbonia è un luogo particolare, un insieme di ambienti che dall’alto dei suoi rilievi permette la vista di ampi paesaggi collinari e pianeggianti, e in lontananza del mare e delle zone costiere limitrofe.

La città di Carbonia, nata ufficialmente nel 1938, venne costruita in due soli anni per garantire l’alloggio ai lavoratori del vicino bacino carbonifero nella zona Sirai Serbariu. Attualmente è sede di un importante Museo del Carbone con un’esposizione permanente sulla nascita della città.

Il centro era riservato alle case dei dirigenti e poco lontano si trovavano le palazzine degli impiegati mentre modeste case per operai occupavano i quartieri della periferia. Villa Sulcis ne è un esempio. Era infatti la residenza ufficiale del direttore delle miniere di carbone della città mentre oggi ospita il Museo Archeologico che raccoglie materiali datati fra il Neolitico Antico ed il periodo Bizantino, provenienti da numerosi siti.

L’artigianato nella zona del Sulcis Iglesiente ha un ruolo determinante a livello economico. Tra le numerose ed operose imprese artigiane spiccano quelle che lavorano nel settore artistico della lavorazione del legno, della ceramica, del vetro, dell’oro e dell’argento e dei metalli non preziosi, dei tappeti e delle pelli.

Iglesias: l’antica Villa di Chiesa

Graziosa e vivace cittadina situata ai piedi del monte Marganai, questa città della Sardegna è sempre stata legata all’attività mineraria che, sin da epoca preistorica, ha sfruttato le ricchezze del sottosuolo.

Qui si trovano alcuni tra i più caratteristici scorci turistici e ambientali della provincia, oltre che un vasto patrimonio culturale, messo in evidenza anche dalla ricca presenza di chiese (chiamata un tempo Villa di Chiesa) risalenti quasi tutte al 1300 dove sono conservate pregevoli opere d’arte.

Il centro storico, circondato dalle mura che hanno ben ventidue torri, si presenta ancora come uno dei più affascinanti della Sardegna con le sue Chiese, palazzi, vicoli caratteristici e la Rocca Salvaterra.

A due passi dalla città si trovano le miniere, che rappresentano il più importante complesso minerario d’Europa con i vecchi pozzi e le montagne rosse, un patrimonio paleoindustriale di grande interesse.

Percorrendo la strada delle miniere si raggiunge la splendida costa iglesiente tra Cala Domestica, Masua e Nebida. I faraglioni si stagliano in mezzo ad un mare incantevole e rendono questo angolo uno dei più esclusivi di tutto il Mediterraneo.

Tra le tradizioni religiose la più suggestiva è senza dubbio quella che si svolge durante la Settimana Santa, quando si svolgono solenni processioni e riti della Passione che rievocano coinvolgenti atmosfere legate alla cultura e alla tradizione spagnola.

L’artigianato è abbastanza fiorente e vanta antiche tradizioni; le produzioni più importanti riguardano l’argento, il ferro, il sughero e il legno. Interessanti i modelli dei costumi tradizionali.

Info utili:

Dove dormire: Ristorante Locanda Tanit: residence, museo e ristorante situato a Sirai, località nota a Carbonia per la grande valenza archeologica. La struttura è impreziosita da numerosi pezzi unici legati alla vita e alla tradizione rurale. Loc. Monte Sirai – Carbonia. Tel. 0781 673793. Hotel Corte Rubja: sorge alle porte di Iglesias ed è costruito seguendo un originale modello architettonico ispirato alle antiche case campidanesi ed agli edifici delle società minerarie. Circondato dalla macchia mediterranea è l’ideale per scoprire il fascino del Sulcis Iglesiente. Loc. Grilli Spinosu strada per Barega, Iglesias. Tel. 0781 32543. Hotel Sport Village: situato ai piedi del marganai, è la meta ideale dove rifugiarsi per un soggiorno in completo relax. Loc. Montefigu, Iglesias. Tel. 0781 31874.

Testo a cura di Federica Giuliani

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.