Orissa, l’India delle arti e delle tribù

Info Utili

Lo stato di Orissa ha una vasta facciata marittima sul golfo del Bengala. È uno degli stati più poveri dell’India, sebbene il reddito vari da regione a regione. La fascia costiera è la più prospera ed anche quella che vede un maggior flusso turistico. La capitale è Bhubaneswar.

Informazioni e assistenza per organizzare un viaggio personalizzato secondo le proprie esigenze presso le migliori agenzie di viaggio. (da riportare sempre questa frase)

Come arrivare: in aereo, dall’Italia operano Lufthansa ed Emirates che con 1 o 2 scali collegano Roma e Milano con la capitale Bhubaneswar.

Quando andare – Clima: Periodo dei monsoni (da luglio ad agosto): clima caldo-umido con abbondanti piogge, in più momenti della giornata, e umidità attorno al 90%. Le temperature variano dai 30-32 gradi del giorno ai 20-22 gradi della notte. Periodo autunno-inverno (da settembre ad aprile): clima caldo-secco generalmente soleggiato, senza piogge di particolare intensità, con temperature che variano tra i 22-26 gradi del giorno ed i 14-16 gradi della notte.

Dove dormire: il Swosti Group è una catena di alberghi presente in tutta l’India. Offre standard di qualità e sono prenotabili direttamente dal sito web.

Dove mangiare: L’India, Orissa compresa, è un grande ristorante a cielo aperto. E’ possibile trovare locali più eleganti dove gustare la rinomata gastronomia locale ricca di spezie ma anche lo street food è straordinario.

Fuso orario: + 4 ore e mezza, quando in Italia c’è l’ora solare, + 3 ore e mezza, quando in Italia c’è l’ora legale.

Documenti: è necessario il passaporto con  validità residua di almeno sei mesi al momento dell’arrivo. E’ necessario il visto d’ingresso, sia per turismo sia per affari, che può essere unicamente rilasciato dagli uffici diplomatico/consolari del Paese presenti in Italia.

Vaccini: nessuna obbligatoria.

Lingua: la lingua ufficiale è l’hindi ma l’inglese è comunemente parlato.

Religione: Induismo, Islam, Cristianesimo, Sikhismo, Buddismo, Giainismo sono le più diffuse.

Valuta: la moneta è la Rupia. 1 euro – 69 rupie circa

Elettricità:

Telefono: i cellulari italiani funzionano quasi ovunque. Per telefonare in India comporre il prefisso 0091.

Abbigliamento: Abbigliamento pratico, in fibre naturali. Un maglione leggero o una felpa possono sempre servire.
Abiti troppo succinti, canottiere, calzoncini e minigonne non sono molto ben visti nelle città.
Inoltre, le visite sono spesso legate a luoghi sacri, che richiedono un abbigliamento decoroso.

Shopping: l’artigianato indiano è famoso in tutto il mondo e qui si possono acquistare stoffe, gioielli in argento e dipinti di pregevole qualità.

Linkutili: Visto a Milano, Visto a Roma, Viaggiare Sicuri, Informazioni sull’Orissa

Sfoglia il magazine – Vai alla photogalleryScarica il pdf

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.