---

Piacenza a ritmo di Jazz.

0
Piacenza a ritmo di Jazz.
Antonello Salis e Fabrizio Bosso



Piacenza con la neve acquista caratteristiche particolari, come ogni città si trasforma: spesso gli adulti lamentano i disagi pratici di questa situazione, mentre i bambini hanno visi stupiti: per loro tutto diventa un gioco. La città non è grande, il centro è raccolto e si può attraversare a piedi in poco tempo, nasconde però angoli interessanti, curiosi. Piacenza è in bilico tra l’Emilia e la Lombardia, spesso la nebbia l‘avvolge e rischia di farla sembrare più grigia di quello che in realtà è: ha le potenzialità per essere una città accogliente e viva, la gente a Piacenza si muove e smuove la cultura che riesce a cancellare il grigiore. Camminare per la città ora – specialmente per chi, come me, si guarda attorno con gli occhi di bambina – è particolare, il bianco incornicia le vie e s’appoggia ai tetti dei palazzi, ma il sole già illumina le strade. Chissà se la neve cadrà ancora, il prossimo sabato 11 febbraio mentre il jazz si mischierà agli sguardi dei passanti, durante il pre-festival in Piazza Cavalli – la piazza principale – in cui sarà allestito l’ormai tipico “Gazebo Suonante” che vedrà l’esibizione del gruppo Sugar Pie & The Candymen, ad anticipare il ricco programma della nona edizione del Piacenza Jazz Fest. Sabato ci sarò, perché non sarà solo l’occasione di assistere ad uno spettacolo raffinato che propone canzoni del momento ed evergreen arrangiati in stile anni ’30 e ’40, ma anche il momento giusto per iniziare a gustare il sapore del jazz a Piacenza, che riempirà la città dal 26 febbraio al 31 marzo, non solo con concerti di ottima qualità ma anche con approfondimenti ed eventi collaterali assolutamente da non trascurare.

Il programma, consultabile per intero sul sito, è vasto e organico, comprende proposte di diverso tipo. Colonna portante della manifestazione è la serie di main concerts, che ospiterà esponenti di spicco della scena jazzistica nazionale e internazionale. Diversi palcoscenici saranno allestiti in cinque location (di cui solo una fuori città, al teatro “Verdi” di Fiorenzuola d’Arda), in cui avranno luogo numerosi eventi a partire dal concerto pomeridiano inaugurale del 26 febbraio, fino alla chiusura con un brindisi nel tradizionale “Galà di premiazione e fine festival”.


In quest’occasione verrà anche resa nota la graduatoria dei vincitori dei concorsi nazionali abbinati al festival  “Strisce di Jazz 2012” e “Chicco Bettinardi 2012”, dedicato ai nuovi talenti del jazz italiano.
Le note del jazz non si esauriranno però in questa già ricca serie di concerti. Una pagina importante del festival è infatti la rassegna “Jazz Club!” che si svolgerà per l’intero periodo della manifestazione al circolo Milestone, sede dell’Associazione “Piacenza Jazz Club”.
Non si può non citare la lunga lista di eventi collaterali al festival, che comprende sia due concerti domenicali ad ingresso gratuito per avvicinare ulteriormente la gente al jazz e allo swing, sia numerose attività formative (masterclass musicali, presentazioni di libri, mostre e workshop fotografici), da sempre elemento distintivo della manifestazione.

Non resta dunque che consultare il programma e tuffarsi in una Piacenza teatro di una serie di eventi di particolare pregio, in cui godere di ottima musica jazz accompagnata da un gustoso bicchiere di vino.

Testo di Claudia Ferrari


Informazioni utili

Info Piacenza: Per informazioni su dove mangiare ed alloggiare a Piacenza, consultare il sito www.piacenzaturismi.net

Info Piacenza Jazz Fest: “Piacenza Jazz Fest” si fregia del patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali ed è realizzato con il contributo di: Fondazione di Piacenza e Vigevano, Comune di Piacenza, Regione Emilia Romagna, Provincia di Piacenza, Comune di Fiorenzuola D’Arda (PC). L’evento si avvale della collaborazione di “Editoriale Libertà”, SIdMA – Società Italiana di Musicologia Afroamericana, Circolo ArciComics “Il senso delle nuvole – Arcadia”, “Jazz Network – Crossroads”, “Concorto Film Festival”, Centro Commerciale “Gotico”, “Jazzitalia.net”, “Galleria d’Arte Moderna Giuseppe Ricci Oddi” e del supporto di alcuni sponsor privati.

Indirizzi utili: Associazione Culturale Piacenza Jazz Club – Via Musso, 5 – 29122 Piacenza.

Nessun Articolo da visualizzare