Borneo, la foresta degli uomini

Info utili

Informazioni e assistenza per organizzare un viaggio personalizzato secondo le proprie esigenze presso le migliori agenzie di viaggio. (da riportare sempre questa frase)

Documenti e visti: è sufficiente il passaporto con validità di almeno 6 mesi. Il visto rilasciato ha una durata massima di  3 mesi

Come arrivare: Il principale punto di ingresso in Malesia è il moderno aeroporto internazionale K.L. di Sepang, a circa 50Km a sud della capitale, Kuala Lumpur. Altri aeroporti internazionali, da cui si può entrare nel paese, sono quelli di Penang, Kuching, Kota Kinabalu e Langkawi.

Dove dormire: Tra le moltissime strutture turistiche presenti nel Boreno malese, alcune si distinguono per il loro carattere di rispetto per l’ambiente naturale in cui sono inserite e per la decisa impronta di “turismo responsabile ed educativo”. Tra queste strutture segnaliamo: Borneo Rainforest Lodge, un sogno realizzato per gli amanti delle foreste tropicali, per i bird-watchers a caccia di rarità, per i fotografi naturalisti, con il magnifico lodge ed i cottage costruiti lungo un’ansa del fiume Danum e contornati da foresta primigenia, le ottime guide naturalistiche e i sentieri sospesi attraverso la chioma della foresta a diverse decine di metri da terra: un paradiso che unisce natura e ottima cucina, grande comfort ed educazione ambientale. Batang-Ai Longhouse Resort: della catena Hilton ma dall’inusuale architettura e ambientazione, realizzato seguendo le forme delle long house degli Iban, una delle popolazioni autoctone della regione a sud-est di Kuching, un tempo tagliatori di teste e fieri guerrieri, oggi pacifici pescatori contenti di accogliere i visitatori occidentali che li raggiungono risalendo il fiume con canoe a motore. Sepilok Jungle Resort: nei pressi del centro recupero oranghi di Sepilok, non lontano dalla cittadine di Sandakan nell’est di Sabah, con bei cottages letteralmente immersi nella vegetazione costituita da fiori, orchidee e piante da frutto che attraggono innumerevoli uccelli e farfalle: un vero piccolo paradiso dove riposarsi e godersi le forme più belle della natura tropicale. Lankayan Island Dive Resort: eco-lodge tra i meglio gestiti di tutto il sud-est asiatico, dedicato agli appassionati di immersioni subacquee e agli amanti del mare, gestito secondo le più avanzate tecniche di riciclaggio e basso impatto ambientale, ottime immersioni e possibilità di seguire la schiusa delle uova di tartarughe raccolte dagli esperti del programma di salvaguardia e ricerca. Sukau Rainforest Lodge: affacciato sul fiume Kinabatangan, a sud della cittadina di Sandakan e raggiungibile in barca. Pannelli fotovoltaici, aree espositive, percorsi attrezzati nella foresta, passaggi per animali e altri accorgimenti lo rendono una struttura a “basso impatto ambientale” e ottimo punto di partenza per le esplorazioni in barca di questo fiume ricco di fauna.

Dove mangiare: La cucina gode di diverse influenze e tradizioni multietniche; in genere sapori sono piccanti e speziati. L’acqua del rubinetto è generalmente  potabile, ma si raccomanda l’acqua imbottigliata che è facilmente reperibile nei negozi o nei supermercati praticamente ovunque. Nel caso si necessitassero di cure mediche, ci sono diverse ottime cliniche private nella città più grandi.

Valuta: Ringgit malese che equivale a 0,21 € circa. Dollari americani e carte di credito accettate quasi ovunque. Il Ringgit Malese (RM)  è suddiviso in 100 Sen. Ci sono monete da 1,5,10,50 sen e un Ringgit e banconote da 1,2,5,10,50,100,500 e 1000 RM

Fuso orario: +7 ore durante l’ora solare; +6 durante l’ora legale.

Clima: Tipicamente tropicale, caldo umido per la maggior parte dell’anno. ?La temperatura varia tra i 21°C ed i 32 °C. Nella regione  del Borneo  appartenente allo stato malese  (divisa in due stati: Sabah e Sarawak)  il   clima è variabile e l’assenza di stagionalità favorisce la visita in ogni periodo dell’anno.

Lingua: La lingua ufficiale è l’ inglese, ma è parlato anche  il malese, il cinese e il talim.

Religione: La religione prevalente  è quella mussulmana, ma gli islamici convivono tranquillamente con buddisti, cristiani e induisti. In Malesia ci sono circa 80 etnie che convivono pacificamente ed una numerosissima comunità cinese.

Cosa portare: Capi leggeri in fibre naturali ed informali. Zainetto, scarponcini da trekking, magliette e camice a maniche lunghe, pantaloni lunghi per  le visite nei parchi nazionali, cappello e occhiali da sole, protezioni solari per il mare.

Vaccinazioni: Nessuna obbligatoria.

Elettricità: 220 volt. Le prese sono di tipo inglese, quindi sono necessari gli adattatori.

Shopping: Gli acquisti in Malesia sono molto convenienti. Non si pagano tasse su articoli come Hi-Fi, videocamere, macchine fotografiche, radioregistratori, orologi, penne, accendini, profumi, alta moda e cosmetici. I turisti che effettuano acquisti soggetti a dogana devono pagare un deposito per l’importazione temporanea che verrà rimborsata alla partenza. Le banche sono aperte  dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 15.30 e il sabato dalle 9.30 alle 11.30. I centri commerciali sono solitamente aperti tutti i giorni dalle 10.00 alle 22.00.

Telefono: Per comunicare con l’Italia bisogna comporre il prefisso internazionale 0039 seguito dal prefisso telefonico della città che si desidera contattare e il numero dell’utente. Il roaming GSM è attivo.

Ente Turismo della Malesia: Malaysia Tourism, via Privata della Passarella 4, 20122 Milano, Tel. 02.796702

I Parchi da non perdere: da secoli esploratori ed avventurieri sono sbarcati sulle coste della Malesia incantati dal suo patrimonio naturale e dalla cordialità dei suoi abitanti. Oggi questo paese è ancora un vero paradiso per gli amanti della natura e delle attività all’aria aperta: trekking, subacquea, osservazione degli uccelli e fotografia naturalistica, rafting, scalate e esplorazione di caverne… Tra le tante aree protette del Borneo malese dove si possono compiere attività out-door od osservazioni naturalistiche in ambienti naturali ancora integri ci sono sicuramente questi parchi e riserve naturali. Danum Valley Conservation Area: la più estesa ed integra foresta di dipterocarpo di pianura di tutto il Sabah, dove si possono compiere diversi trekking nella foresta vergine, fantastiche osservazioni botaniche ed ornitologiche, visite interpretative della volta forestale grazie a passerelle sospese tra gli alberi. Kinabalu National Park: nato nel 1964 appena dopo l’indipendenza del Sabah ed oggi incluso dall’Unesco nella lista dei tesori naturalistici dell’umanità, include il massiccio granitico del Monte Kinabalu la cui cima supera i 4000 metri ed una grande varietà di ecosistemi ed una straordinaria ricchezza di biodiversità con una quantità di specie endemiche davvero notevole. Bako National Park: lungo la costa del Sarawak a non grande distanza da Kuching, uno dei parchi migliori per osservare le nasiche o scimmie dalla proboscide che saltano e pescano nell’acqua del mare in mezzo ai mangrovieti. Gunung Gading National Park: nel Sarawak, è forse il posto migliore per cercare di trovare la mitica Rafflesia, il fiore più grande del mondo che può superare il metro di diametro e che cresce sul terreno nella foresta come pianta parassita fiorendo per solo una settimana. Semenggoh Wildlife Centre & Sepilok Rehabilitation Centre: il primo nel Sarawak ed il secondo nel Sabah, sono piccole aree di foresta adibita a ricerche sul campo e dove vengono riabituati alla vita selvatica gli oranghi catturati illegalmente e confiscati dalle autorità.

Tour Operator: Mistral Tour Internazionale: Lungo Dora P.Colletta 67, 10153 Torino, tel. 011.2293167. Loft Studio Viaggi, via E. Torricelli 30, 20136 Milano, tel. 02.89422055, fax 02.89421231.

Link utili: Visitare i parchi, Informazioni turistiche

Sfoglia il magazineVai alla photogalleryScarica il pdf

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.