Viaggi in auto: dove la benzina costa meno



Tempi duri per chi ama viaggiare in auto: con i picchi raggiunti dal prezzo della benzina, guidare è diventato una spesa sempre più consistente. Ossessionati dai numeri sul display che scendono minacciosamente, controlliamo i consumi attraverso il volante, regolando con il pedale velocità e km, per spendere meno.

Ma non per questo si può rinunciare a un viaggio on the road, soprattutto per il ponte del primo maggio. Che vogliate fare una pausa di relax nella natura, un itinerario culturale, una scampagnata con gli amici o un lungo weekend in Europa, basta fare bene i conti e scegliere la destinazione con cura.

Non in tutta Europa, infatti, il prezzo del carburante è uguale: ecco una tabella per scoprire quanto costa la vostra macchina al chilometro, in base al consumo.

Se avete intenzione di fare un tour dell’Europa o state programmando una vacanza itinerante, con questo strumento potreste risparmiare qualcosa, o perlomeno calcolare il vostro budget in modo abbastanza preciso.

È semplice. Da una parte ci sono i paesi europei con il prezzo del carburante, e dall’altra il numero di litri di benzina che l’auto consuma ogni 100 km, suddiviso per categorie, con due tipi di benzina verde (95 e 98 ottani) e il gasolio.

Basta scegliere il Paese, individuare il consumo della propria auto, ed è fatta: la casella d’incontro è quanto spendereste per ogni km di strada in quella nazione.

Ovviamente dovrete aggiungere le spese autostradali, che cambiano secondo il sistema utilizzato, se gratuito come in Germania, a tratta come in Italia o forfettario come in Svizzera e Austria.

E adesso buon divertimento in questo labirinto di numeri, e buon ponte, ovunque decidiate di andare.


Benzina a 95 ottani


Scarica il Pdf


Benzina a 98 ottani

Scarica il Pdf



Diesel



Scarica il Pdf



* Fonte: TCS, aggiornato al 4 aprile 2012

Testo di Giorgia Boitano | Tabelle di Federico Klausner

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.