Taste Turkey, l’app per viaggiare in Turchia un morso dopo l’altro

Taste Turkey app viaggiare Turchia turismo enogastronomico

Appassionati di viaggi o di cucina? Il mondo delle app celebra una nuova nata, fatta su misura per chi ama riempirsi le tasche di chilometri e, consapevole che la cucina è lo specchio più vivido e reale di un popolo, rendere il viaggio un inabissarsi tra sapori e profumi sconosciuti. L’applicazione Taste Turkey, realizzata in collaborazione con map2app e scaricabile dallo Store Apple, vi permetterà di esplorare la Turchia attraverso le ricette tradizionali. Un modo per scoprire il Paese a metà fra Europa e Asia… un morso dopo l’altro.

Ho scaricato per voi l’app, che è disponibile in italiano e inglese e si può consultare anche offline, sia su iPhone che dispositivi Android. Dall’imponente golosità dello street food ai localini di cui la Turchia è ricca, si genera un percorso capace di allontanarsi dalle classiche trappole turistiche per inebriarsi di gusti rari.
Dopo una sezione dedicata alla pronuncia in lingua turca (utile per i viaggiatori alle prime armi), la guida si tuffa nella storia della cucina turca, dall’epoca ottomana all’Impero Selgiuchide, quando la pietanza cardine dello street food del 2012, il kebab, presenziava già le ricche tavole di ambasciatori e religiosi.
L’odore acre della carne arrosto, il pane cotto nel tandir e le salse a base di yogurt: ingredienti antichi che fanno ancora parte della cucina tipica dell’Anatolia, capaci di raccontare storie del passato, intrise di sapore e magia.

Il languorino sta già stimolando i vostri appetiti? Date il via agli assaggi, allora. Ma fate attenzione alle spezie: Taste Turkey dedica loro un intero paragrafo. Alcune, come cumino e zafferano, sono note ed utilizzate anche in Occidente, però, nel vostro viaggio alla scoperta di una Turchia tutta da divorare, ne potreste trovare alcune completamente sconosciute. Come il limon tuzu, sale impregnato nel succo di limone dall’aroma pungente. O il sumak, ricavato da bacche e utilizzato nelle insalate e per condire il kebab.
Kebab: una parola frequente qui, ma un termine che in realtà significa poco.Ve lo spiega perfettamente il paragrafo Non solo Kebab, perché tra köfte, gustosissime polpette, e spiedini, la scelta è vastissima. E decisamente golosa.

Dalla colazione, con miele e formaggi dal gusto forte, ai dolci dall’anima di frutta secca, ecco che si dipana un viaggio. Non soltanto in un Paese come la Turchia, ma nella storia di un luogo fra i più affascinanti al mondo, dove l’Europa cede il posto all’Asia danzando sull’Egeo, nella malìa vibrante di un confine che si sfoca in cerca di radici lontane.
Perché, come commenta l’esperta food creatrice di Taste Turkey, Federica Giuliani, caporedattrice di Latitudes e autrice del blog Travel to Taste, «Non puoi dire di conoscere davvero un luogo se non l’hai anche assaggiato».

Maddalena De Bernardi

map2app

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.