Carnevale di Nizza: i colori della Costa Azzurra

In Costa Azzurra Nizza celebra uno degli eventi più belli legati al carnevale d’oltralpe: una ventina di carri allegorici sfileranno per la cittadina in un trionfo di colore, mentre ballerini e musicisti intrecciano una danza coinvolgente quanto antica.

La battaglia dei fiori a Nizza vede la sontuosità dei costumi indossati dai mannequin, mentre la folla giunta per il carnevale è avvolta dal colore dei petali profumati e la Grande Parata di Carnevale dispiega le sue imponenti maschere in cartapesta.
Nel 2013 il tema del Carnevale di Nizza sarà il “Re dei 5 continenti”, un viaggio attraverso la geografia e la storia. L’arrivo di Sua Maestà Carnevale è previsto per venerdì 15 febbraio, giorno in cui sarà organizzato un grande evento a cui possibile partecipare gratuitamente. Sabato 16 febbraio potrete ammirare l’intenso spettacolo della Battaglia dei Fiori e la sfilata dei carri illuminati: non perdetevi il Bagno di Carnevale, in programma per domenica, dedicato ai più coraggiosi e la Rock’n Roll 10 miles del Carnevale, durante la quale è possibile assaporare lo splendido scorcio del mare dalla Promenade des Anglais.
La prima Battaglia dei Fiori si svolse nel 1876 e venne organizzata grazie allo spunto creativo di Alphonse Karr e del Conte di Cessole: una variopinta festa sulla Promenade des Anglais, in riva al mare, per una celebrazione dai sottili tratti estetici dominata dai colori delle sgargianti composizioni floreali. Oggi la Bataille de Fleurs, con i suoi carri, una ventina, e la spropositata quantità di gemme, infiamma il cuore cittadino in uno spettacolo capace di rapire l’attenzione.
Saranno oltre 12mila le lampadine scelte per illuminare le strade di Nizza durante il carnevale: una scenografia di luce che trova il suo culmine in Place Masséna, fra pannelli luminosi e i profumi di una Costa Azzurra che incanta grazie alle atmosfere dolcissime e un paesaggio scolpito nel fascino del passato.

Il Carnevale nizzardo affonda le sue radici in epoca antica: già nel 1294 Carlo di Angiò lasciava memoria delle feste carnevalesche scoperte in città. Nonostante i controlli del clero, i festeggiamenti fino al XVIII secolo continuarono a dare fermento all’allegria del popolo nei balli in maschera organizzati negli antichi palazzi insieme alle lunghe notti dedicate al veglione. Se la Rivoluzione Francese interruppe per un breve attimo la frenesia cui è dedicato il passaggio fra inverno e primavera, il Carnevale riprese, in sordina, nel 1830 con il corteo in onore di Carlo Felice e di Maria Cristina, e presto tornò a popolare di rumore e vita Nizza e le cittadine della Costa Azzurra, la cui anima si inebria di allegria nella metaforica attesa dell’incandescente luce della bella stagione.
Sfilate di carri, battaglie di fiori e maschere popoleranno il centro di Nizza fino a mercoledì 6 marzo 2013: un’ottima occasione per cogliere al volo un treno e immergersi tra le tentazioni di una Francia straordinariamente vicina.

Maddalena De Bernardi

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.