St.Moritz: ora il lusso è accessibile

Bella, elegante e mondana, ma non più impossibile! La scintillante e cosmopolita St. Moritz, stazione della Svizzera alpina tra le più ambite dal turismo internazionale, con il suo decantato “clima allo champagne”, pur senza appannare il suo concetto di eccellenza, offre ai suoi ospiti una prima assoluta: il lusso accessibile. Con lo Skipass incluso, accanto al pernottamento in hotel, i cultori degli sport invernali potranno apprezzare 350 chilometri di piste battute di prim’ordine, tre snowpark e 57 impianti di risalita; una natura straordinariamente autentica, quasi modellata dalla mano di un’artista, l’accesso a 34 ristoranti di montagna con suggestive terrazze al sole. L’offerta abbraccia anche l’utilizzo gratuito dei trasporti pubblici dell’Alta Engadin.

Grazie all’impegno degli albergatori, gli ospiti che trascorreranno almeno due notti in un hotel partner, otterranno lo skipass per la durata del loro soggiorno a CHF25 a persona e al giorno. La proposta “ Albergo con skipass incluso” rimarrà valida per tutta la stagione invernale fino al 20 maggio 2013. Un’opportunità ghiotta e allettante che incoraggia soprattutto coloro che, fino ad oggi, hanno sempre guardato a questa località come a un miraggio, considerandola troppo cara e inaccessibile. In questo eccellente rapporto “qualità e prezzo” sono inclusi anche una serie di hotel di grande charme, con un passato storico di tutto rispetto, e che possono vantare ospiti illustri ed aristocratici.

Ne è di esempio l’Hotel Reine Victoria, un grande palazzo d’epoca con il fascino e lo stile degli alberghi svizzeri di fine 800, situato nel cuore dell’antico centro sciistico e termale di St. Moritz Bad. Stucchi, specchi e sontuosi lampadari di fine secolo adornano elegantemente la grande hall. Due spaziosi saloni d’epoca, con pareti di broccato, sono a disposizione per i momenti di divertimento e relax. Incanta il teatro, dedicato al Maestro Herbert von Karajan che qui tenne due dei suoi primi concerti, e dove ogni sera va in scena uno spettacolo diverso. Il nome Reine Victoria, come erroneamente si è portati a pensare, non si deve alla Regina Vittoria, bensì a una pregiata qualità di rosa, la Reine Victoria appunto, che abbondava con i suoi fiori in forma di coppa, delicati e seducenti, dalle varie sfumature di rosa tenero, nei numerosi rosai attorno all’albergo. Particolarmente curata la ristorazione: gli chef dei ristoranti “Sala Victoria” e “I Camini” propongono, oltre a una cucina internazionale, raffinati piatti della tradizione alpina valorizzando così un tesoro culturale.

La cucina de Grigioni Engadese ha una storia antica e racconta attraverso i suoi sapori ciò che il popolo di questa regione alpina ha fatto con i cibi disponibili e con i doni della natura. La zona relax è caratterizzata da volte originali che creano uno spazio raccolto ed accogliente. Il tepore e il profumo che pervade l’ambiente invitano a dedicarsi al più completo relax. Massaggi, trattamenti estetici, percorsi i tonificanti per il dopo sport o semplicemente per farsi avvolgere da un’ondata di benessere.

Continua con la ricetta del Malnus e un po’ di musica >>>

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.