Coppa America 2013 a San Francisco: Usa in vela

Luna Rossa, insieme alle altre storiche rivali, torna a solcare l’entusiasmo dei milioni di italiani che il prossimo settembre seguiranno la 34esima America’s Cup 2013 a San Francisco. Una California che affascina e stordisce, grazie al brivido di uno sport che non è semplice disciplina ma sfida e avventura, viaggio alla scoperta di un limite, quello umano, che ama giocare una partita estrema con la natura.

Ispirazione aeronautica per le imbarcazioni di regata che, per la prima volta in una simile edizione, saranno dei catamarani ad ala rigida. Dal 16 al 21 aprile sarà l’Italia a ospitare la Coppa America 2013, a Napoli. Al fine di promuovere l’edizione 2013 dell’America’s Cup World Series sono stati investiti 10 milioni di euro destinati al capoluogo partenopeo. Saranno 55 i giorni di regate della Coppa America 2013, divisi tra Louis Vuitton Cup, America’s Cup e Red Bull Youth America’s Cup.
A contendersi la sfida a Oracle, il defender americano detentore del trofeo, Artemis Racing per la Svezia, Emirates Team New Zealand, Nuova Zelanda, Team Korea per la Corea del Sud e l’Italia con Luna Rossa Challenge.
Le date della Coppa America 2013? La Louis Vuitton Cup prevederà due mesi di regate all’interno della splendida baia di San Francisco, mentre la Coppa America emozionerà dal 7 al 22 settembre: due regate al giorno e l’ambito trofeo d assegnare a chi totalizzerà nove vittorie.

Dopo le prove generali, a fine agosto, potrete seguire il brivido della Coppa America presso l’America’s Cup Village: attualmente in fase di costruzione, si troverà nella baia di San Francisco, Piers 27-29. Desiderate partecipare all’America’s Cup? Se non avete ancora acquistato i biglietti potete provare a iscrivervi in qualità di volontari: un’ottima occasione per visitare la California e penetrare nell’affascinante burrascosa storia, scritta tra onde di ardore e coraggio, di una goletta America che, dalle 100 ghinee ottenute con la prima vittoria nel 1851 sotto lo sguardo di un’attonita Regina Vittoria, trasse la lunga storia di un trofeo che oggi continua ad avvincere l’animo di tanti.

Maddalena De Bernardi © RIPRODUZIONE RISERVATA  | Foto web


Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.