Londra vintage: l'East London di David Bailey


Nella scalpitante vena creativa dei favolosi anni Sessanta, David Bailey ritrae con lucidità e leggerezza il volto enigmatico della Swinging London, protagonista assoluta di un’arte che dal palcoscenico scende senza timori, né veli, per strada, scanzonata fucina creativa della voglia di rivoluzione che entra nel pallido circuito sanguigno della società per esplodere scintille vitali nel cuore di una creatività che ancora oggi non smette di cercare se stessa.
Gli scatti di David Bailey, nato nella patria del punk nel 1938, saranno esposti presso la William Morris Gallery di Londra fino al 26 maggio 2013. Attraverso i progetti di riqualificazione urbana che continuano a imprimere sul corpo cittadino l’affascinante trasformismo di un restyle costante, assistiamo alla vita in perpetuo cambiamento di quartieri come l’East London, dove il fotografo visse durante l’infanzia.

Fotografo di moda per la rivista Vogue, David Bailey penetra in una Londra da conoscere nei gesti di chi la abita, fra gli angoli nascosti di una quotidianità da contemplare nel rito della routine. Tra il mercato Spitalfields e la colorata Brick Lane la mappa di una Londra da calpestare e respirare fino all’ultimo centimetro, meditando un sorso di bionda alla spina tra gli avventori di posti celebri quale l’Old Horn Pub.
L’occasione? Un servizio per il Sunday Times Magazine che non venne mai pubblicato: oggi i lavori di David Bailey ammiccano con il fascino impertinente dei visi in cui ritrovare il filo di una Storia che dagli anni Sessanta e Settanta, attraversa gli Ottanta per giungere fino ad oggi.
La mostra David Bailey’s East End Faces dedicata alla fotografia di David Bailey sarà aperta al pubblico fino al 26 maggio 2013.

Maddalena De Bernardi © RIPRODUZIONE RISERVATA | Foto web

Info David Bailey’s East End Faces
William Morris Gallery
Lloyd Park House  531 Forest Rd, Londra E17 4PP
Orari di apertura: dal mercoledì alla domenica dalle 10 alle 17
Ingresso libero

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.