Vacanze a Malta: spiagge isolate e archeologia

Solo pochi chilometri quadrati di rocce che galleggiano nella storia, al centro del Mediterraneo, bacino e culla della cultura europea,  Malta sorprende per l’economicità dei voli, come risulta dal motore di ricerca voli volo24.it, e per la sua capacità di offrire al visitatore aspetti sempre nuovi, che fanno delle vacanze a Malta una avventura tra spiagge isolate e

archeologia. Disposta su 3 isole maggiori, Malta, la più grande, Gozo, la più naturale e Comino, la più rocciosa, e su altrettanti isolotti, Cominotto con la sua famosa laguna blu, paradiso per i subacquei, Fittola e Fittoletta a sud, oggi riserve naturali, conserva nelle città tracce dello splendore architettonico dei suoi edifici, scampati ai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale. Nela capitale La Valletta, definita la Superbissima per il suo splendore, sopravvivono il Palazzo dei Gran Maestri, oggi sede del Parlamento maltese e la Cattedrale di St. Johns, con le sfarzose decorazioni interne e il pavimento che ospita le antiche tombe dei Cavalieri di Malta. A loro si deve il Forte Sant’Elmo, costruito all’estremità della penisola, sulla costa settentrionale, nel 1551, che difese la città nell’assedio

turco del 1565, insieme alla fortezza di St. James Cavalier, oggi sede dell’Ambasciata dei Cavalieri di San Giovanni , e al Forte Sant’Angelo una delle gemme più preziose di Malta, le cui origini risalgono ad epoca romana. Sempre sull’isola di Malta si trovano insediamenti dalle caratteristiche completamente diverse, come la tradizionale città di pescatori Marsaxlokk, l’antica Mdina nell’entroterra con la cattedrale di St. Paul, o Mgarr, culla della cucina tradizionale maltese. Ma anche gli splendidi Giardini Barraka, da cui si gode una fantastica vista sul porto valgono una visita.  E poi c’è il mare di tutte le sfumature del blu che domina il paesaggio e avvolge le isole, con le loro splendide spiagge dorate, come Gnejina e Golden Bay vicino a Mgarr, e l’ampia Mellieha. O Paradise Bay e Imgiebah la cui riservatezza è proporzionale alle difficoltà per raggiungerle. Su Gozo si trova Ramla il-?amra, una delle spiagge più belle dell’intero arcipelago, famosa per l’omerica Grotta di Calipso In cui la leggenda assicura si possa sentire Ulisse piangere di nostalgia per la sua Itaca.

Questo mese poi, frutto di un accordo con Lonely Planet, la casa editrice delle celebri guide di viaggio, Malta Tourism Authority ha pubblicato una miniguida delle 20 esperienze imperdibili sulle isole, liberamente scaricabile dal sito, previa registrazione. Accanto ad alcune proposte già conosciute ve ne sono altre che sono vere e proprie chicche. Come il litorale di Dwejra, con le sue straordinarie rocce scolpite dal mare e dal vento, le coste selvagge della baia di Fomm ir-Ri?, oppure  la spiaggia di San Blas Bay, sull’isola di Gozo, il cui accesso scosceso scoraggia i meno avventurosi e regala a chi la raggiunge tranquillità e solitudine. Chi è più interessato all’archeologia si recherà ai templi megalitici di ?a?ar Qim e Mnajdra risalenti al 3200 a.C.  sistemati in cima a una scogliera a picco sul mare, patrimonio dell’Unesco come l’ancora più antico (5.000 a.C.) ipogeo di

Hal Saflieni, complesso sotterraneo che ospitava camere sepolcrali. Per fine giornata si suggerisce a tutti una puntata a  St.Julian per la sua cucina raffinata e la vita notturna, dove deliziosi ristorantini catturano i turisti con i profumi della cucina italiana o fusion orientale.

Testo di Federico Klausner   |  Foto web

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.