Malta: Festival Internazionale dell'arte pirotecnica

Malta in primavera si illumina grazie al Festival Internazionale dell’arte pirotecnica, che a fine aprile rievoca il fastoso passato dell’isola per uno spettacolo capace di colorare lo splendore del Mar Mediterraneo con le fulgide luci dei fuochi d’artificio.

Nell’isola sono presenti circa trenta aziende che si occupano della fabbricazione di fuochi d’artificio ma la tradizione dell’arte pirotecnica a Malta nasce con il Sacro Ordine dei Cavalieri di San Giovanni. Ispirata ai colpi di cannone con cui venivano celebrati gli arrivi importanti sull’isola e le grandi festività, l’odierna musketterija ricrea il fascino di una magia senza tempo. Un’atmosfera preziosa per tuffarsi tra i paesaggi di luoghi come La Valletta, fondata nel 1566: una capitale dalla nascita antica, che nel 2018 sarà Capitale europea della cultura.

Il 26 e il 30 aprile 2013 Malta ospiterà il Festival Internazionale dei Fuochi d’artificio: la coreografia delle luci sul mare si mescola all’incanto del gioco di fuoco, Jigjifogooh. Le ruote di Santa Caterina, nome con il quale è noto questo spettacolo, sono vorticanti costruzioni: all’estremità una serie di mortaretti esplodono in un turbinio di vibrazioni cromatiche che infuocheranno le tenebre notturne con lo sfavillante balenare di una polvere da sparo trasformata in briciole di luce dall’invenzione dei secoli.
Marsaxlokk prepara i festeggiamenti dalle 21 del venerdì, quando saranno presentati una serie di spettacoli e musiche orchestrate da gruppi maltesi, italiani e spagnoli, in scena anche nella vicina Mellieha.
Martedì 30 aprile alle ore 21 presso il Porto Grande de La Valletta potrete perdervi nell’ipnotica suggestione dei fuochi artificiali in un’intensa performance a conclusione del Festival Internazionale dell’arte pirotecnica.
Un week end da vivere tra luci e ombre, in bilico su un mare straordinariamente vivido e onirico.

Maddalena De Bernardi © RIPRODUZIONE RISERVATA | Foto web

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.