Dubrovnik, l'antica repubblica marinara di Ragusa

Info utili

Come arrivare: Chi voglia raggiungere direttamente Dubrovnik in modo comodo e rapido può servirsi della Croatia Airlines con voli bisettimanali, mentre per attraversare l’Adriatico con la nave ci si può imbarcare da Bari o Ancona, utilizzando la compagnia Jadrolinija, attrezzata sia per il viaggio con la propria automobile al seguito, che in catamarani super veloci per soli passeggeri.

Quando andare – Clima: I periodi consigliati sono giugno e settembre quando la temperatura è mite e secca, favorevole per bagni e gite anche in mare, agosto è interessante per manifestazioni culturali, ma per chi ama la natura e la tranquillità è preferibile andare fuori stagione.

Dove dormire: Per l’alloggio in strutture alberghiere, sono previste diverse offerte vantaggiose per coppie o gruppi, come per esempio, la catena Adriatic Luxury Hotels che ha un’esperienza storica di lunga data, dai cui alberghi sparsi appena fuori dalla cinta muraria, ci si può muovere a piedi, per raggiungere il centro storico, vivendo al meglio i piaceri e le bellezze di questo scrigno di pietra, tutto a prezzi decisamente ragionevoli. Se poi non si vuole soggiornare in albergo, è possibile sperimentare una permanenza in strutture private, a diretto contatto con la gente del posto, molto socievole, che abitualmente parla inglese o addirittura italiano. Noi abbiamo visitato Villa Darrer t. 00359820411483, sulle colline che dominano Dubrovnik, a qualche chilometro dalla città e l’impressione che ne abbiamo ricevuto è che ci si sentiva proprio come a casa, anche perché la proprietaria parla italiano.

Dove mangiare: il miglior ristorante della città è “Rozario” t.00385(0)20322015, specialità pesce con cucina locale, ideale per occasioni speciali. Altrimenti c’è solo l’imbarazzo della scelta, dalle trattorie, ristoranti, taverne o bistrot, tutto a un buon livello.

Documenti: carta d’identità o passaporto valido.

Lingua: facilmente si parla inglese e qualche volta italiano.

Valuta: a luglio è previsto per la Croazia l’ingresso in Europa e ancora non c’è l’euro, la moneta corrente è la kuna che equivale a 100 lipa e 1 euro equivale a 7,45 kune.

Elettricità: voltaggio 220 v – frequenza di 50 Hz – prese di tipo tedesco tondo e senza spina centrale.

Telefono: prefisso 0035 – connessione wi-fi nel centro città.

Abbigliamento: comodo e sportivo.

Shopping: ci sono diversi prodotti come le cravatte (nate proprio in questa terra da “cravates” (croati), gioielli, penne stilografiche, pizzi e merletti. Le vetrine spingono a guardare e comprare. Da non perdere il mercato all’aperto di Gunduliceva Poljana, solo la mattina dalle 7 alle 13 (lunedì-sabato) dove trovare tutto. Il negozio di gastronomia Vina Milicic, in una traversa dello Stradun.

Link utili: Visit Dubrovnik

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.