Radicofani

Radicofani è un borgo di 1200 abitanti che si erge a dominio di un incrocio di valli, vero baluardo di un’ampia porzione d’Italia. A metà strada tra Roma e Firenze, esibisce il suo profilo austero e leggendario. Da qui sono passati illustri personaggi, da Ghino di Tocco, citato da Boccaccio nel Decameron, a De Sade, Dickens, D’Annunzio e Severini: un piccolo gioiello dove la grande Storia si fonde con la più umile vita di una comunità profondamente radicata nel territorio, orgogliosa e consapevole della ricchezza del suo passato.
La Torre della Penna del Cassero è senza dubbio il simbolo del borgo, la cui esistenza è datata al 973 nonostante la costruzione del nucleo originario risalga all’epoca carolingia.
La struttura difensiva. Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco, è oggi sede di un museo che custodisce reperti archeologici dall’Età Etrusca al Cinquecento, accompagnati da plastici, fotografie e ricostruzioni virtuali. Il panorama che da qui si apre abbraccia l’intera Val d’Orcia e il Monte Amiata, la Val di Paglia e il Monte Cetona e, nelle giornate più limpide, si scorgono addirittura Montepulciano, le torri di Siena, la catena appenninica e l’Abetone: una vista impareggiabile, dove lo sguardo si perde liberando la mente da qualsiasi pensiero.

www.terredisiena.it
www.camminafrancigena.it

Dalla nostra inviata Elena Arneodo

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.