Incontrare le streghe in Val Bregaglia: 10 Giorni di Piuro


Val Bregaglia: i dolci pendii attraversati dal fiume Mera, che in Svizzera viene chiamato Maira, celebrano le strie. Le streghe, donne il cui ritratto affonda in un tempo capace di mescolare leggenda, farmacopea e riti di guarigione tradizionale, saranno protagoniste dell’evento 10 Giorni di Piuro, in scena dal 25 agosto 2013 al 4 settembre.

Nei pressi della piazza principale di Vicosoprano svetta il Pretorio: in questo edificio, la cui costruzione risale al 1583, avevano sede municipio e il tribunale valligiano: oggi, da aprile a ottobre, il Pretorio, insieme al locale dei supplizi, è aperto tutti i giorni e consente di penetrare nella storia locale, densa di fatti oscuri.
La vicina torre, eretta in epoca medioevale alle spalle del Pretorio, un tempo venne adibita come luogo di tortura delle streghe, mentre il bosco di Cudin è memoria delle esecuzioni capitali: un tempo avvenivano qui, dove è possibile vedere le due colonne della forca, insieme agli strumenti di tortura conservati nella torre.

La valle, che inizia dal Passo del Maloja o Passo del Maloggia, dal 25 agosto al 4 settembre 2013, racconterà le strie, protagoniste di una manifestazione culturale tesa a incrociare eventi, incontri e spettacoli al fine di gettare luce su un periodo storico avvolto nell’ombra.
La cattura delle streghe, che possiamo visionare in un affresco conservato nel pretorio di Vicosoprano, mescola storia e leggenda, lasciando affiorare una storia secolare. Piuro, località italiana della Val Bregaglia, che collega Chiavenna alla svizzera Engadina, in occasione dei Dieci giorni di Piuro, aprirà una finestra sui processi alle streghe in Bregaglia, uno squarcio nei secoli XVI e XVIII, che videro processi, sentenze e condanne al rogo di donne denunciate alle autorità come streghe.
La manifestazione inizierà domenica 25 agosto con il convegno Le strie in Bregaglia, alle ore 17,45, e la cena presso il ristorante Lanterna Verde di Chiavenna alle 20,45, al costo di 50 euro con prenotazione.
Il 27 agosto sarà possibile partecipare gratuitamente a visite guidate ai palazzi pretori di Chiavenna, Piuro e Villa di Chiavenna, per poi proseguire, il 28 agosto, con le visite ai Patiboli di Vicosoprano e Palazzo Pretorio e la cena della strega a Belfort nella sala Godenda, al costo di 30 euro.

Da non perdere, alle ore 20,30 di venerdì 30 agosto, la prima rappresentazione teatrale a Belfort dell’opera Caterina dei Malefizi, scritta e diretta da Luca Micheletti e rappresentata dalla compagnia I Giutti di Brescia. Seguirà una replica, a Belfort, il 31 agosto alle 20,30.
Il primo settembre alle ore 9 potrete partecipare alla visita guidata ai siti storici e archeologici di Piuro, alle cave di pietra ollare e i monumenti, oltre che prendere parte alla tavola rotonda Web tv in Bregaglia, che si terrà a Palazzo Hospitale di Prosto, mentre alle 20,30 avrà luogo la serata culinaria Sòta al cuerc del lavècc al Crotto Belvedere di Prosto, al costo di 30 euro. La rassegna 10 Giorni di Piuro avrà termine mercoledì 4 settembre a Belfort, quando sarà commemorata la scomparsa di Piuro e dei suoi abitanti in seguito alla frana del monte Conto, avvenuta il 4 settembre del 1618.

Info 10 Giorni di Piuro
Per tutti i giorni della manifestazione il Museo degli scavi di Piuro sarà aperto durante pomeriggio
Cene e visite guidate sono su prenotazione.
Il pacchetto vacanza Scoprire la Bregaglia prevede da 2 a 6 pernottamenti a partire da 145 euro, più la Bregaglia Card che permette l’ingresso gratuito o agevolato a numerose attrazioni artistiche della valle.
Per visionare il programma aggiornato della manifestazione potete accedere al sito ufficiale dell’Associazione Italo Svizzera per gli Scavi di Piuro.

Maddalena De Bernardi © RIPRODUZIONE RISERVATA | Foto web

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.