Gayborhood: il quartiere gay di Philadelphia




Negli USA è conosciuta come LGBT, la comunità lesbica, gay, bisexual e transgender, una comunità dalla storia travagliata, fatta di incomprensioni e di vere e proprie persecuzioni nel corso dei secoli. Un comportamento a tratti tollerato,  a tratti considerato deviante a seconda dell’ideologia dominante, del tempo e del luogo.

A Philadelphia (USA) è affettuosamente chiamato Gayborhood il quartiere della città in cui è incentrata la vita notturna della comunità. Occupa l’area delimitata da Pine Street e Chestnut Street e dalll’11ma e la Broad Street.

Questa zona vanta una urbanistica e un’architettura unica: con strade e viali alberati, stradine di ciottoli che portano a case a schiera di mattoni rossi tra librerie, caffè, ristoranti, bar e club.

Tra i più conosciuti:

iCandy un locale con clientela prevalentemente omo. iCandy si estende su tre piani, affollati in ogni sera della settimana, in particolare durante il fine settimana.

Knock I fratelli Bill e Steve Wood hanno aperto questo locale, che ha un menu con piatti tipici della cucina americana in un ambiente elegante nel cuore del quartiere gay.

Shampoo Offre salottini privati per una serata speciale. Mentre il venerdì una folla di ragazzi giovani si riversa nel locale per ascoltare musica hip hop in un atmosfera giovanile ed informale.

Stir Locale raffinato con un’atmosfera tranquilla, nel cuore del quartiere intorno a Rittenhouse Square, dove i clienti si sentono come nel salotto di casa.

Tabu Locale adatto agli amanti dello sport, dove si possono guardare avvenimenti sportivi su schermi giganti, Tabu offre il meglio dello sport tutte le sere della settimana.

Tavern on Camac E’ un locale che incontra i gusti di molti: tradizionale piano bar con karaoke al primo piano, intimi spettacoli di cabaret al secondo piano e una discoteca dove scatenarsi fino alle ore piccole, con le musiche scelte dal DJ Salotta Tee.

Uncles Questo locale è ubicato vicino a Locust Street, nel cuore del quartiere gay, piccolo, intimo un po’ fumoso. Si accede con abbigliamento informale e si trascorre una serata tranquilla.

Voyeur Discoteca di grido dove si balla fino alle due del mattino.

Westbury Accogliente, il vasto bancone ovale del bar rende lo spazio circostante ideale per comodi divanetti, dove rilassarsi e condurre una buona conversazione di gruppo.

Woody’s Si riconosce per le bandiere arcobaleno che sventolano sopra l’ingresso del locale. Woody’s è un tradizionale bar gay, ideale per una prima visita al Gayborhood.

Sul sito Philly Pride si trova una piantina interattiva del quartiere gay-friendly nonché un elenco di ristoranti, locali e negozi che interessano l’utenza GBLT.


A cura di Federico Klausner © RIPRODUZIONE RISERVATA

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.