Oktoberfest a Genova: dal 12 al 22 settembre 2013

A Genova si svolgerà, dal 12 al 22 settembre 2013, l’Oktoberfest: l’unico evento al di fuori della Germania riconosciuto dalla autorità tedesche.

La Baviera, quindi, vi aspetta in Liguria con la manifestazione giunta alla nona edizione, che si svolgerà nel cuore della città. L’organizzazione si deve ad Alessio e Manuela Balbi, titolari della birreria genovese Hofbrauhaus, storico marchio bavarese, e verrà riprodotta la tipica atmosfera di Monaco: ottima birra, costumi tradizionali e musica caratteristica; per undici giorni Genova vivrà il vero spirito della storica festa popolare. Ovviamente anche la gastronomia sarà quella tipica: wurstel, stinco di maiale arrosto, spaetzle, prosciutti e brezel.

Oktoberfest aderisce alla campagna delle Birrerie Tedesche per il consumo responsabile ed equilibrato delle bevande contro la guida in stato di ebrezza, non somministrando birra ai giovani con età inferiore ai 18 anni; presso il “Punto Accoglienza” sarà possibile effettuare l’alcol test gratuito ed è prevista l’organizzazione di “taxi collettivi” per rendere il rientro a casa più sicuro. Confermato anche quest’anno il mercatino bavarese allestito in tipiche casette in legno, accanto all’area ristoro, dove saranno in vendita specialità gastronomiche e prodotti dell’artigianato bavarese; novità di quest’edizione una rappresentanza del “Mercatino natalizio di Bolzano”.

Le domeniche 15 e 22 settembre saranno dedicate alle famiglie: la festa sarà animata dal Kinder Garten, dove i bambini potranno scegliere tra le attività a loro dedicate com il ChocolateDesign o l’animazione di famosi Clown italiani. Oltre a tutto questo, i 60 eventi del Fuori Tendone offriranno l’occasione di vivere la città in maniera diversa e vivace, scoprendo la Baviera eccezionalmente in riva al mare.

Info: Oktoberfest Genova

A cura di Federica Giuliani | Foto web

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.