Pensione da sogno? Sempre all’estero!



Ipotizziamo che i nostri neo pensionati vendano (o affittino) la casa di proprietà e i loro beni mettendo insieme un discreto capitale, che parte di questo capitale venga reinvestito nell’acquisto di una nuova casa, che abitino a Roma  e che la loro pensione ammonti a 1000 € al mese per rendere più facili i raffronti. Ovviamente se fosse di più o di meno basterà moltiplicare di conseguenza. Occorre anche tener conto che il costo della vita nella propria città di residenza (da cui si vuole partire), potrebbe essere anche notevolmente  diverso da quello di Roma e che di questo occorre tenere conto introducendo anche un coefficiente di confronto ricavabile dalle tabelle ISTAT.


NOTA: Per ogni Paese, tra parentesi  4 numeri:

  • Il numero di italiani residenti all’estero iscritti all’AIRE secondo i dati del Ministero dell’Interno, Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali. I dati sono aggiornati al 31.12.2010. Per avere una idea di quanti connazionali troverete.
  • Il numero di prestazioni pagate dall’INPS a beneficiari residenti all’estero, secondo il servizio di statistica interno. I dati sono aggiornati al 31.12.2010. Per capire quanti sono più o meno in condizioni simili a voi.
  • € necessari in loco per avere un tenore di vita equivalente a 1000 € di stipendio a Roma (in corsivo) secondo il motore di ricerca Numbeo, database che elabora dati forniti da residenti in tempo reale integrandoli a quelli forniti da autorevoli fonti.
  • Stipendio assegnato dall’ONU ai suoi funzionari residenti, per 1000 € a New York (indice ONU del costo della vita). Per avere un parametro di confronto qualora fossero necessari anche frequenti rientri.

Da tenere presente che ci si riferisce per lo più alle capitali o alle città di forte richiamo turistico: nelle altre località la vita può costare assai meno.

L’Europa, per vicinanza e semplicità burocratica è la prima area da prendere in considerazione, ma anche quella che offre meno opportunità.  L’Albania (537, 114/429772) è un’eccezione. Clima mediterraneo a pochi km dalle nostre coste, cibo simile, sta facendo grandi progressi dal punto di vista sociale, molti parlano l’italiano.  Vantaggiose sono anche Bulgaria (695, 161/414-779) e Romania (3062, 782/405-725) ma un po’ più lontane e con maggiori difficoltà linguistiche. Qualche risparmio, più limitato offrono anche Grecia (10622, 413/685-830) e Spagna (13584, 3890/764-919), mentre della Turchia (3619, 54/489-833), che pure offrirebbe molti vantaggi in termini di clima, di stile di vita e servizi, spaventa soprattutto la lingua.

Al di là del Mediterraneo anche la costa dell’Africa con Marocco (2048, 279/434-781) e Tunisia (3006, 192/369-730) può essere un’ottima soluzione: clima mite,  abituati al turismo italiano, il francese è abbastanza diffuso, le abitudini alimentari simili e sono anche vicini. Nelle capitali le cure mediche sono all’altezza. Chi ama le isole opta per Capo Verde (231, 124/550-847) facilitato dalla lingua e da una popolazione molto accogliente. Più a sud c’è il Kenya (1569, 37/501823) paradiso per i malati di mal d’Africa e per chi si sente in grado si dare un taglio davvero netto alla cultura e allo stile di vita che conosciamo, in parte aiutati dalla numerosa comunità di italiani residenti. Anche il Sud Africa (30673, 1312/459-746), è una delle destinazioni più ricercate, perché unisce i vantaggi della lingua inglese, a quelli di un Paese economicamente avanzato con un clima temperato e una natura selvaggia.

segue  >>>

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.