Venezia: al Museo Correr va in scena la città, dal Quattrocento a Léger


Il Museo Correr di Venezia, situato nella splendida location di Piazza San Marco, inaugura il 2014 ospitando due mostre capaci di gravitare, seppur con modalità differenti, su un affascinante tema comune: il contesto del territorio urbano europeo, la città, di cui perdiamo traccia per poi ritrovarne la forma centuplicata in modelli che si evolvono secolo dopo secolo, giorno dopo giorno.

«Se l’espressione pittorica è cambiata, è perché la vita moderna l’ha richiesto… Un uomo moderno registra cento volte più impressioni sensoriali rispetto a un artista del diciottesimo secolo»: il pittore Fernand Léger, figlio di un allevatore normanno e in seguito trasferitosi prima a Parigi dove diventerà studente presso la Scuola di arti decorative, utilizza queste parole per parlare della scomposizione delle forme, lavoro che occuperà interamente la sua ricerca fino al termine della vita. Dissoluzione formale di un mondo destinato a cambiare, tragicamente quanto impetuosamente, nel flusso doloroso e rapido di un Novecento in cui, insieme al Futurismo e alle guerre mondiali, prende piede il potere delle macchine, l’eleganza glaciale e dinamica di una tecnologia che corre verso l’evoluzione.
La Fondazione Musei Civici di Venezia, con The Philadelphia Museum of Art, dedica a Léger e la turbolenta esperienza nell’avanguardia artistica europea la mostra presso le sale del Museo Correr, che fino al 2 giugno 2014 ospiterà Léger 1910-1930 La visione della città contemporanea.
L’evento, a cura di Anna Vallye con la direzione scientifica di Gabriella Belli e Timothy Rub per un progetto espositivo di Daniela Ferretti, segna la prima grande esposizione in Italia sull’opera del pittore francese: suddivisa in cinque sezioni, il percorso vi guiderà da La metropoli prima della Grande Guerra, attraverso Il pittore della città, La Pubblicità, Lo Spettacolo, e infine Lo Spazio.

Nelle opere presenti, oltre 100, fra cui più di sessanta dell’artista francese, da non perdere La Ville, La Città, eccezionalmente concesso in prestito dal museo di Philadelphia.
La tela espone il concetto di città presentandone la frenesia meccanica e i colori intensi, privi di profondità. L’osservatore ne è inghiottito e divorato, trascinato nelle fauci di una segmentazione spaziale dinamica e schiacciante. Una città in corsa verso la modernità, disegno ineluttabile di una Storia che nel Novecento assume contorni inediti.

La città è punto cardine per un’ulteriore mostra, che sarà possibile visitare in concomitanza con il progetto espositivo dedicato a Fernand Léger: fino al 18 maggio 2014 L’immagine della città europea dal Rinascimento al Secolo dei Lumi, curata da Cesare De Seta, presenterà all’interno del secondo piano del Museo Correr una suggestiva rievocazione dell’universo urbano europeo.
Inseguendo i cambiamenti iconografici che il tema della città ha affrontato attraverso i secoli, la mostra sarà occasione per un viaggio nella pittura dal Medioevo alla concezione dinamica delle avanguardie del Novecento. Topografie dipinte, disegnate da mani esperti, racconteranno il tessuto originale di alcune delle città più belle d’Europa.
Fra tavole, incisioni, atlanti, tele e disegni, provenienti da prestigiose collezioni italiane e straniere, emerge lo scorcio di ritratti urbani capaci di scalfire la memoria per sedimentarsi nel cuore, lasciando intravedere la delicata magia di una storia che sussurra attraverso i luoghi e il gioco del tempo.


Testo di Maddalena De Bernardi ©     RIPRODUZIONE RISERVATA    LATITUDESLIFE.COM


Informazioni utili

Dove: Museo Correr, Piazza San Marco, 52, 30124 Venezia. t. 041 240 5211.

Quando: 8/2/2014 – 2/6/2014 (Léger)  |  8/2/2014 – 18/5/2014 (Immagine della Città.

Orario: 10-17 (ultimo ingresso).

Biglietti: € 13-11 (L) . € 5 -2 (IC).

Come arrivare: Vaporetto Linea 1 o Linea 2 fermata Vallaresso o San Zaccaria.

Infoline & prevendita: www.mostraleger.it, www.correr.visitmuve.it, info@fmcvenezia.it. call center 848082000 (dall’Italia), +39 04142730892 (dall’estero).

Dove dormire: Una ottima alternativa agli hotel veneziani, in generale piuttosto cari, sono gli appartamenti in affitto offerti  da  The Red House Company. Spaziosi, di taglio adatto al numero degli ospiti,  centralissimi e a un prezzo considerevolmente più conveniente degli hotel. Inoltre dispongono di wifi, TV LCD, A/C e cucina completamente attrezzata, che consentono un più comodo relax a fine giornata  e un ulteriore risparmio sul costo di cene e colazioni.

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.