[FOTO] Sironi e la Grande Guerra: mostra per il centenario della prima guerra mondiale


In occasione del centenario della prima guerra mondiale, 1914-1918, la città di Chieti propone la nuova esposizione Sironi e la Grande Guerra. L’arte e la prima guerra mondiale dai futuristi a Grosz e Dix, aperta al pubblico fino al 25 maggio 2014.

Curata da Elena Pontiggia, la mostra della Fondazione Carichieti, che sarà ospitata all’interno di Palazzo de’ Mayo, apre le riflessioni sui drammatici eventi che sconvolsero irrimediabilmente le sorti del Novecento.
Grazie a una selezione di oltre cinquanta opere si penetra nell’atroce sensibilità capace di esprimere i tratti di un nuovo modo di fare arte. Da autori come Balla, Grosz, Otto Dix e Léger, presente anche presso il Museo Correr di Venezia con la mostra Léger 1910-1930 La visione della città contemporanea, la catastrofe politica e sociale della guerra rivive nella luce violenta di linee che scoprono nuovi territori e mezzi espressivi.
Centro nevralgico della mostra è la voce dell’artista Mario Sironi, che sarà sottoposto all’attenzione del pubblico attraverso una lente d’ingrandimento sul periodo dal 1915 al 1918.
Nato a Sassari e trasferitosi in giovane età nella capitale e in seguito a Milano, nel 1922 entrerà a far parte del gruppo Novecento. La sua pittura irrompe nella molteplicità di una ricerca artistica che spazia dall’architettura alla grafica, mosaico, pittura murale e scenografia, insieme alla storia del fascismo, cruciale per ciò che sarà dell’Italia: nel 1932 Sironi parteciperà alla realizzazione della Mostra della Rivoluzione Fascista presso il Palazzo delle Esposizioni di Roma.
Insieme a presenze indiscutibili della scena artistica internazionale dell’inizio Novecento, oggi attraverso le tele e le testimonianze in bianco e nero di Mario Sironi prende vita, sul palcoscenico di una contemporaneità ancora tragicamente da conflitti in ogni parte del mondo, la possibilità di riflettere, conoscere, penetrare in ciò che è stata non solo la trasformazione di un periodo artistico fra i più importanti della storia dell’arte, bensì il tessuto sociale della vita per come si era conosciuta prima del fatidico 1914.

Info
Sironi e la Grande Guerra. L’arte e la prima guerra mondiale dai futuristi a Grosz e Dix
Dal 22 febbraio al 25 maggio 2014
Presso Palazzo de’ Mayo, S.E.T. Spazio Esposizioni Temporanee
Corso Marrucino, 121 Chieti
Orari: aperto anche il 20 aprile, 25 aprile e 1 maggio.
Da martedì a venerdì dalle ore 10 alle ore 13.
Lunedì chiuso. Sabato e domenica dalle ore 10 alle 13 e dalle 16 alle 20
Visite guidate gratuite previa prenotazione telefonica anticipata

Maddalena De Bernardi
RIPRODUZIONE RISERVATA © LATITUDESLIFE.COM

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.