Moldavia | Chisinau la sconosciuta



Informazioni utili

Come arrivare: Gli unici voli diretti per Chisinau (Kishinev) partono da Berlino e Parigi. Una ottima soluzione alternativa  consiste nel volare a Bucarest e da qui prendere un autobus o un treno per Chisinau.

Quando andare – Clima: il periodo migliore per una visita è da settembre a ottobre e da maggio alla fine di agosto.

Dove dormire: Hotel VisPa, Lapusneanu Str, 26. Chisinau. t +(373 22) 210694

Dove mangiare: Pegas, Albisoara, 20/1, Chisinau. t (+373 22) 274713

Fuso orario: +1 h rispetto all’Italia

Documenti: Passaporto con almeno 6 mesi di validità residua. Fino a 90 gg non occorre il  visto. A volte è richiesto il biglietto aereo di ritorno.

Vaccini: Nessuna vaccinazione obbligatoria. Consigliate Vaccinazione consigliate: epatite virale A e B, febbre tifoide, rabbia.

Lingua: Moldavo la lingua ufficiale, ma anche russo e ucraino. A Chisinau  molti conoscono l’inglese e qualcuno l’italiano.

Religione: 98,5% ortodossa

Valuta: Leu moldavo (1€ = 18 Leu ca). Portare US$ (preferiti) ed € in banconote anche di piccolo taglio. Difficile il cambio di Traveller’s Cheque e poco diffuse le carte di credito. Una banca anticipa contante con una commissione del 4% sulla carta di credito.

Elettricità: 220V, 50 Hz. Serve un adattatore

Telefono: (prefisso e copertura mobile)

Link utili: Ente del turismo moldavo

Sfoglia il magazine – Ritorna all’articolo

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.