My7lives, un nuovo modo di viaggiare e un contest

L’esperienza ha un valore concreto, anche (e soprattutto) quando si viaggia. Questa è la molla che ha spinto quattro ragazzi italiani a creare un format innovativo, che s’inscrive perfettamente nell’ottica di shared economy che sta cambiando il modo di lavorare, abitare e viaggiare nell’epoca attuale. My7lives rappresenta un nuovo modo di esplorare luoghi sconosciuti, che si allontana dal turismo canonico per affidarsi a un approccio più spontaneo, basato sulla guida di veri e propri “insiders” che si mettono a disposizione come anfitrioni “alternativi”. L’idea di Alfredo, Giovanni, Gaetan e Michele, sviluppata tra l’Italia, Londra e New York, è quella di mettere a disposizione degli utenti una piattaforma, attraverso la quale i viaggiatori di tutto il mondo possono incontrare e contattare i “locals, per usufruire di un programma di viaggio unico e personalizzato. Dal surf sulle più recondite coste australiane al cuore degli eventi musicali di Londra, passando per un tour in bicicletta sulle Alpi o un itinerario enogastronomico in Toscana, ogni attività acquista quel carattere di genuinità che si perde quando si acquista un pacchetto turistico preconfezionato.

Proprio per questo, l’utilizzo di My7Lives è precluso alle agenzie di viaggi e ai tour operator, ma è riservato solo agli utenti privati. I cittadini di un Paese si trasformano in questo modo in “venditori di esperienze”, mentre i travellers possono sperimentare la vita autoctona della località che scelgono di visitare. Il marchio nasce, inoltre, con un codice etico ben preciso, come tengono a precisare gli stessi fondatori: “Su My7Lives troveranno spazio solo esperienze di viaggio che rispettano gli animali, l’ambiente e le tradizioni culturali delle comunità”. Oltre ad aggiungere un importante valore alla propria esperienza di viaggio, il sistema di My7lives è in grado di donare nuova linfa vitale alle microeconomie delle comunità locali, che in questo modo potrebbero ricevere un importante sostegno economico, altrimenti riservato ai grandi tour operator e alle multinazionali del settore turistico. L’iscrizione al sito è completamente gratuita, sia per i viaggiatori sia per i fornitori di esperienze. Solo quando i viaggio sarà completato, ci sarà una piccola tassa da corrispondere a My7Lives, una commissione simile a quella applicata per usufruire di altri servizi web nel settore dei viaggi.

My7Lives, il contest

Per il lancio del portale ufficiale di My7Lives, che ci sarà a luglio, è stato organizzato un contest molto interessante, che mette in palio un viaggio in giro per il mondo e migliaia di “crediti” da utilizzare sul sito. Partecipare è molto semplice: sarà sufficiente caricare la propria proposta di esperienza sul blog di My7Lives, entro il 7 luglio 2014. Entro la fine dello stesso mese saranno decretati i tre vincitori: l’idea più originale in assoluto riceverà ben 4.500 dollari in biglietti aerei da utilizzare in tutto il mondo, 1000 dollari di crediti da spendere sul sito e 500 dollari in contanti per le spese di viaggio. L’idea più “green” ed ecosostenibile riceverà 1000 dollari di crediti per il sito e la stessa cifra sarà assegnata all’idea piùsportiva”.

Testo di Alessandra Narcisi | Foto My7lives

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.