Calabria, spiagge belle e possibili


Si scende la scalinata posta a 200 metri dal centro di Santa Maria Domenica di Ricadi, piccola frazione di Scalea, per arrivare in quell’eden mediterraneo appena consacrato da Legambiente come la spiaggia più bella della Calabria. Il paradiso è qui, in basso, ai piedi di un costone di arenaria alto circa 100 metri, perfettamente incastonato tra le spiagge di Riaci a nord e Formicoli a sud.

La lingua di sabbia bianchissima, interrotta  qua e là da bitorzoli e pinnacoli rocciosi, si estende per circa un chilometro e rimanda alla mente quei tipici scenari costieri irlandesi da qui così lontani. A cornice la macchia mediterranea, selvaggia, che pennella di colori unici il brullo paesaggio. Il mare cristallino fa il resto: non desta scalpore se nel contest “la più bella sei tu” lanciato dall’associazione ambientalista più famosa in Italia, la località calabrese sia stata scelta dal popolo del web come una delle spiagge, la quarta nella classifica nazionale, tra le più incantevoli del Bel Paese. Se a ciò si aggiunge che la Calabria anche quest’anno è stata incoronata da Tripadvisor come la regina indiscussa per le vacanze low cost, assieme alla regione sorella lucana, i conti si fanno in fretta ed è facile arrivare alla felice conclusione che questo angolo di paradiso sia, oltre che a portata di mano, anche a portata di tasca.

Ci si rilassa, si mangia bene e si spende il giusto. Almeno per quel che riguarda le strutture ricettive, tra le più economiche in Italia. Basta consultare qualche motore di ricerca e provare a simulare una prenotazione per capire che l’offerta è varia e ampissima. Sul sito del tour operator DLT Viaggi per esempio, è possibile prenotare molti alloggi e hotel della zona a prezzi concorrenziali con soluzioni adatte a ogni esigenza. E per chi teme la crisi, c’è la possibilità di dilazionare il pagamento a rate.

Insomma, non c’è scusa che tenga: la Riviera dei Cedri, quel pezzo di fascia tirrenica nel cosentino di cui stiamo parlando, è  il buen retiro perfetto a prezzi abbordabili. Ovattati da mare e montagna i piccoli borghi si sono perfettamente conservati, inebriati dal profumo del sacro agrume coltivato da secoli con pazienza e dedizione. 13 perle punteggiano questo splendido tratto dell’Alto Tirrenico che si estende da Tortora  fino a Diamante; oltre alla già citata Scalea, con le sue viuzze e gradinate, le cui origini risalgono al paleolitico e  che ancora conserva i resti di antiche mura, merita una sosta l’incantevole Praia a Mare. Un tempo villaggio di pescatori dai volti bruciati dal sole, oggi la località è tra le più blasonate per il lungo litorale sabbioso da cui fanno capolino i più apprezzati stabilimenti balneari della regione. I flutti che lambiscono i sei chilometri di spiaggia ghiaiosa richiamano turisti da ogni parte, ammaliati dalla bellezza struggente della vicinissima Isola di Dino che si staglia di fronte, gigantesco masso raggiungibile a nuoto o in barca. Lungo il periplo, facendo snorkeling tra calette, grotte e anfratti, si ammirano le tante specie marine faunistiche che popolano i fondali turchesi.

La sera si fa scorpacciata di alici imbottite e frittelle ai fiori di zucca in uno dei pittoreschi localini disseminati nel centro; e poi a ballare nelle numerosissime e modaiole discoteche del posto, fino all’alba.

Testo di Francesca Calò | Foto web  RIPRODUZIONE RISERVATA © LATITUDESLIFE.COM

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.