Milano, al cinema per i diritti civili

Il film di Maria Pecchioli esce a Milano nello storico cinema Apollo dal 23 al 27 ottobre. Un’occasione per riportare al centro dell’attenzione la tematica scottante dei diritti civili. Un film innovativo nelle tematiche e nei metodi di produzione. Realizzato con la tecnica del crowdfunding, Lei Disse Sì racconta del viaggio intrapreso da due donne fino in Svezia per potere rendere reale un sogno: quello di sposarsi. Vincitore del premio della giuria e del pubblico al Biografilm Festival, il film di Maria Pecchioli mette al centro il dibattito sulla legalizzazione del matrimonio omosessuale in Italia.

Un progetto d’amore ad alto valore sociale e politico. Il film è portato in scena da Ingrid e Lorenza, le due protagoniste, e autrici del blog da cui nasce questa pellicola. La storia tenera e divertente dei preparativi di una cerimonia italo-svedese, una denuncia contro le scelte civili italiane in merito alla tematica dei matrimoni gay, un matrimonio nei boschi e una famiglia allargata riunita, senza pregiudizi, intorno alla realtà dell’amore.

All’Apollo Spazio Cinema di Milano, da giovedì 23 ottobre a lunedì 27 ottobre alle ore 22:10. Martedì 28 alle ore 13:00 e maercoledì 29 alle ore 22:10. Giovedì 23 saranno presenti in sala la regista e le due protagoniste.

Testo  di Elena Brunello | Foto  web RIPRODUZIONE RISERVATA © LATITUDESLIFE.COM

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.