Capodanno in Danimarca

di Gabriele Laganà

In Danimarca la vigilia di Capodanno è da sempre una grande e allegra festa da trascorrere in casa, circondati dall’affetto di familiari e amici. La tradizione vuole che prima si segua il discorso della Regina alla nazione alle 18.00 e, subito dopo, si spenga la televisione per sedersi intorno alla tavola imbandita per consumare il cenone: il piatto tipico è il merluzzo bollito o al forno, servito con salsa alla senape, barbabietole, cavoli stufati e altre salse in agrodolce.

Una curiosa scena si svolge qualche minuto prima di mezzanotte, quando i danesi si tolgono le scarpe e salgono su una sedia per poi saltare giù al rintocco delle campane. Subito dopo si stappa lo champagne e si gusta la Kransekage, il dolce di marzapane a forma di cornucopia dalle decorazioni zuccherose, e di intonare l’inno nazionale e altre canzoni, augurando Godt Nytår, buon anno, a tutti. E’ solo l’inizio di una lunga notte di gioia perché la festa continua sia nelle solitamente tranquille strade, dove in molti si riversano per assistere ai fuochi d’artificio, sia nelle discoteche e altri locali che propongono eccitanti eventi che si protraggono fino all’alba.

Mercatini

A Copenaghen il celebre parco Tivoli offrirà uno spettacolo adatto a grandi e piccini in un ambiente rallegrato da luci, addobbi e giostre mozzafiato: i negozi e le attrazioni apriranno alle ore 11:00 per chiudere alle 21:30, momento in cui l’atmosfera si caricherà ancor più di magia perché tutto piomberà in una irreale oscurità. A brillare sarà solo il cielo, colorato dai vivaci bagliori di una emozionante esibizione pirotecnica. Ma il Tivoli è anche un luogo perfetto dove fermarsi per deliziare il proprio palato con uno speciale cenone servito in uno dei tanti e apprezzati ristoranti che sorgono in quest’area.

In città le celebrazioni inizieranno già nel primo pomeriggio: un appuntamento irrinunciabile per molti è il concerto di Gala di Capodanno alla Copenhagen Concert Hall , dove l’Orchestra Sinfonica Nazionale si esibirà il 31 dicembre alle 13:00 e alle 17:00 con musiche di Verdi, Wagner e Puccini. Durante la pausa sarà servito uno spuntino e un bicchiere di spumante per il brindisi. Lo stesso giorno, alle ore 17:45, l’Orchestra Reale danese suonerà il Concerto di Capodanno per la prima volta in assoluto al Teatro dell’Opera. Il programma dell’evento resterà segreto fino all’ultimo istante, ma di sicuro nessuno rimarrà deluso.

Numerosi sono i locali e le discoteche sparsi un po’ ovunque con programmi speciali creati per soddisfare le esigenze di tutti. Uno di questi è il Dinnershow al Cirkus Building, Wallmans Salonger, che offre intrattenimento artistico e musicale di classe, con uno spettacolare show acrobatico e una cena a cinque portate. La festa continua fino a tarda notte, quando i palcoscenici si trasformano in piste da ballo.

Giostre

Il Søpavillonen, ristorante e nightclub situato sui laghi, offre un cenone con accompagnamento musicale dal vivo fino all’una con la cover band Home At 7. A seguire, nell’aria vibreranno i suoni coinvolgenti della musica dance. E per celebrare il passaggio all’anno nuovo, a mezzanotte fuochi d’artificio, champagne e Kransekage per tutti. Vi è anche l’opportunità di vivere un’avventura in mare: infatti la compagnia DFDS Seaways propone una crociera sulla nave Pearl of Scandinavia, con partenza da Copenaghen e arrivo ad Oslo. Un’ottima soluzione che permette di scoprire anche la splendida capitale norvegese.

Il primo gennaio a mezzogiorno, invece, sfilerà la tradizionale Parata delle Guardie Reali in divisa rossa a Palazzo Amalienborg, sede della residenza reale danese. Il complesso è costituito da quattro palazzine in stile rococò che racchiudono una piazza ottagonale al cui centro si erge il monumento equestre di Federico V. Ed è qui che si riuniscono cittadini e turisti per scambiarsi gli auguri. Durante quest’apertura al pubblico, la Famiglia Reale non risiede a Palazzo.Tanti emozionanti eventi che permetteranno di salutare col sorriso il nuovo anno. ? gl

Foto Eugenio Bersani l| Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.