Philadelphia, oasi urbana per il New York Times

di Francesca Calò

Sul podio indetto dal New York Times per sugellare i 52 luoghi assolutamente da non perdere in questo 2015 appena iniziato, guadagna la medaglia di bronzo. Philadelphia, capitale della Pennsylvania, merita la visita, secondo una delle voci più autorevoli della stampa americana, superata solo dalla nostrana Milano, quest’anno prima donna per via dell’Expo, e Cuba, aperta e “liberata” al turismo americano.L’aspetto urbanistico notevolmente migliorato e l’alta qualità della vita sono i fattori principali che hanno  la città fondata nel 1682 da William Penn in terza posizione. Il cuore pulsante è il Dilworth Park, riaperto lo scorso autunno dopo un attento lavoro di riqualificazione che lo hanno visto arricchirsi di fontane, spazi verdi,  viali pedonali, public art e caffè all’aperto che invogliano ad essere vissuto. Anche d’inverno, stagione in cui si trasforma in una pista di pattinaggio sul ghiaccio. Cambia volto anche il lungofiume Delaware, e il parco Spruce Street Harbor Park, un’oasi attrezzata con sdraio, tavolini e persino un bar galleggiante. Tra le novità della prossima primavera, un programma di bike sarin che permetterà ai visitatori di ammirare la città in sella alle due ruote.

Tra  le cose da non perdere nella “città dell’amore fraterno” si segnala il Philadelphia Museum of Art, che ospita un’esposizione permanente e interessanti mostre temporanee. In programmazione: Vitra-Design, Architecture, Communication: A European Project with American Roots, una retrospettiva dedicata alla storia dell’azienda svizzera e ai suoi legami con il territorio americano. In programma fino al 19 aprile. Interessante anche Represent: 200 Years of African American Art, in esposizione fino al 5 aprile.

Ma Philadelphia è anche tra le capitali dello shopping. Almeno secondo Condé Nast Traveler. Il posto ideale dove fare incetta di specialità gastronomiche, tessuti e articoli per la casa è il Reading Terminal Market. I fashion addict dovranno spingersi a North Third Street: non mancano i nomi classici come Macy’s e Walnut Street, ma anche quelli per gli appassionati vintage.

Info: www.discoverPHL.com

Foto Web| Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.