Volo in rosso con Austrian Airlines

di Teresa Scacchi

New look  per il team della compagnia aerea Austrian Airlines, rosso brillante per le divise, scarpe e calze comprese. Il personale di Austrian Airlines, sarà tutto di rosso vestito, le nuove uniformi saranno indossate a partire dal 2016 da 3.500 dipendenti impiegati nelle operazioni sia di bordo sia  a terra.

E al personale femminile della compagnia la possibilità di scegliere tramite votazione se mantenere il colore rosso anche per scarpe e calze. Fra 4 settimane sapremo il risultato! Per disegnare la nuova collezione dal look dinamico e contemporaneo è stata scelta la giovane Marina Hoermanseder, affermata stilista di origini viennesi, che da anni vive e lavora a Berlino. Le creazioni colpiscono non solo per il colore rosso che domina, ma anche per la sapiente e moderna combinazione di linee eleganti e preziosi dettagli, e per la qualità dei materiali utilizzati e la funzionalità.

Austrian Airlines copre 130 destinazioni. In Europa centrale e orientale con 40 destinazioni, Austrian Airlines è leader di mercato in tutta la regione. Grazie alla sua favorevole posizione geografica nel cuore dell’Europa, il Vienna International Airport, hub della compagnia, è la porta d’ingresso ideale tra Oriente e Occidente. Con l’orario estivo 2015, Austrian Airlines offre 89 collegamenti settimanali dall’Italia in partenza dagli scali di Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Lamezia Terme, Milano Malpensa, Roma, Napoli, Olbia, Palermo e Venezia verso l’hub di Vienna. Il 78% dei passeggeri in partenza dagli scali italiani prosegue per altre destinazioni usufruendo della rete globale di collegamenti. Austrian Airlines fa parte del Gruppo Lufthansa, il più grande gruppo di compagnie aeree d’Europa, e un membro di Star Alliance, la prima alleanza globale di compagnie aeree internazionali. ? ts

Foto Web | Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.