Sal, slow travel tra oceano e saline

di Teresa Sacchi DreamingroomsMag

Spiagge, onde, paesaggi lunari, temperature da costume tutto l’anno e uno stile di vita molto rilassato. Il tutto da godere in una settimana, con breve volo dall’Italia.

Sal è la prima isola dell’arcipelago di Capo Verde ad essersi sviluppata turisticamente, qui il primo aeroporto internazionale e già un ventennio fa i primi viaggiatori arrivano per scoprire le dieci isole disseminate nell’Oceano Atlantico.

Capo Verde è tra le destinazioni mare più ambite. Tripadvisor ha dichiarato le sue isole piccoli paradisi e National Geographic una “must-see tourist destination”. Per il settimanale Time e per il Wall Street Journal, è una delle nazioni emergenti, con un reddito pro capite tre volte superiore a quello degli stati vicini. Su queste isole a 500 chilometri dalle coste del Senegal, tra il Tropico del Cancro e l’Equatore, le piogge sono rare, il mare è sempre caldo e le temperature da costume tutto l’anno. Meta perfetta, dunque, per un’esotica vacanza fuori stagione, a poche ore di volo dall’Italia. Ideale soprattutto per i kitesurfer, che trovano vento e onde da manuale, e per chi ama gli sport d’acqua, la natura allo stato puro e un ritmo relax. Il sorriso, insieme a un atteggiamento morbido e sensuale, sono diventati il segno distintivo del Paese. Capo Verde no stress: è il refrain che accompagna il saluto di taxisti e venditori e che si è trasformato anche in un logo stampato sulle magliette e decorato con le perline su collane e braccialetti. Ogni isola, Sopra o Sottovento, secondo la provenienza degli alisei, è un mondo a sé: Sant’Antao è verde e montuosa, Fogo sfoggia i suoi vigneti, Santa Luzia è disabitata, Brava un giardino di fiori. Per tutte, la porta d’ingresso è Sal.

Per chi cerca divertimento e vita notturna: il movimento si concentra nel piccolo villaggio di Santa Maria. Le spiagge sono lunghe, bianche. Su quella di Santa Maria, la più popolare, si affaccia la maggior parte degli hotel.Ogni hotel propone ai propri ospiti corsi di diving, escursioni, battute di pesca e kitesurf. Uno degli spot migliori per le immersioni è Buracona, dove si possono esplorare grotte e banchi di sabbia. Tutt’intorno, bacini rocciosi di origine vulcanica per un bagno nel verde smeraldo e The Blue Hole, un buco nella roccia sotto il quale scorre il blu intenso dell’Atlantico. Per cavalcare le onde con lo stile dei campioni bisogna raggiungere Kite Beach. A pochi minuti d’auto, sull’altro versante della costa, un diverso spot leggendario per gli amanti del surf: Ponta Preta, una duna di sabbia lambita dall’acqua, con un bar ristorante in legno che campeggia proprio nel mezzo. Ponta Preta è una delle tappe nelle escursioni con i quad su piste sterrate e lungo la spiaggia . Da non perdere, l’antica salina di Pedra de Lume, uno dei luoghi più interessanti dell’isola, all’interno di una caldera di un vulcano spento da cui sgorga una sorgente di acqua di mare. Per chi lo desidera (tutti i giorni dalle 10 alle 17), in due cabine per massaggi, sono disponibili alcune terapiste specializzate per un trattamento tutto a base di sale: scrub e impacchi di fango.

Per soggiornare un buon indirizzo è il Crioula Club hotel & Resort, un quattro stelle interamente rinnovato lo scorso anno, direttametne sulla bellissima spiaggia di Santa Maria a Sal. Bungalow, camere e suite vista mare, bella piscina con acqua salata, leggermente riscaldata, bar piscina e bar per la sera dove scoltare musica. Spettacoli e musica da vivo, cucina internazionale e una sera cucina capoverdiana. Convenzione per massaggi alle Saline.

Per tutto giugno € 690, fino al 12 luglio € 720 in all inclusive Crioula Club hotel & Resort in camera doppia incluso voloa/r  da Bergamo su Sal, escluse tasse

Info: CaboVerdeTime

Foto Web| Riproduzione riservata © Latitudeslife.com