Natale a Venezia: gli eventi da non perdere

venezia

Per le prossime vacanze natalizie qualcuno l’avrà già scelta senza pensarci tanto. Venezia non ha bisogno di tante presentazioni. Città dal fascino intramontabile in questo periodo ha molto da offrire e, anche se il tempo sembra sempre poco quando si ha a che fare con destinazioni di questo calibro, forse conviene prendersi qualche giorno in più per uscire dagli itinerari classici. Approfittando dei numerosi siti che offrono spesso tariffe convenienti e pacchetti ad hoc si può godere la città lagunare da un punto di vista inside. Dalla rassegna Inverno veneziano, l’agenda natalizia messa a punto dall’amministrazione comunale, alle mostre fino ai concerti: ecco gli eventi per un indimenticabile Natale a Venezia.

Le città in festa Natale 2015 – E’ il programma pensato dall’amministrazione comunale che quest’anno coinvolge con i suoi appuntamenti ogni angolo della città. L’invito ai cittadini e non è quello di vivere tutto il territorio, fare comunità. Il primo step per respirare appieno la città potrebbe essere quindi quello di accomodarsi nel Salotto d’Europa, ovvero Piazza San Marco, per ammirare le luminarie e il grande albero di Natale. Migliaia di piccole luci illuminano l’intera piazza e i portici delle procuratie dall’imbrunire a mezzanotte come una grande corona che cinge la Piazza. In Campo San Polo, dal 6 dicembre 2014 al 17 febbraio 2015, divertimento per tutti sulla pista di pattinaggio aperta tutti i giorni. Il giorno di San Silvestro, imperdibile lo spettacolo pirotecnico che si irradia colorato sul Bacino di San Marco. Al Teatro La Fenice invece va in scena la tredicesima edizione del Concerto di Capodanno diretto dal maestro James Conlon, direttore della Los Angeles Opera e del Ravinia Festival. Tre le date del concerto: mercoledì 30 dicembre 2015 alle ore 17.00, giovedì 31 alle 16.00 e, in diretta Rai 1, venerdì 1 gennaio 2016 alle 11.15.

Venezia si mostra – C’è tempo fino al 10 gennaio 2016 per vedere la mostra “Fulvio Bianconi alla Venini“, a cura di Marino Barovier, che si terrà sull’Isola di San Giorgio Maggiore. Oltre 300 opere mettono in luce la proficua collaborazione tra l’artista veneto e la celebre fornace muranese. La mostra è la quarta del ciclo espositivo dedicato alla storia della Venini, organizzato da LE STANZE DEL VETRO, progetto di Fondazione Giorgio Cini e Pentagram Stiftung per lo studio e la valorizzazione dell’arte vetraria del ventesimo e ventunesimo secolo. Dal 28 novembre e fino al 10 aprile 2016 al Museo Correr nella mostra Splendori del Rinascimento a Venezia, sfilano per la prima volta 140 opere da tutto il mondo e 80 lavori mai riuniti prima di Andrea Schiavone, artista “fuori dal coro” ammirato da Tintoretto, da Carracci e da El Greco.Alla collezione Guggenheim fino al 10 gennaio è possibile visitare la prima retrospettiva dedicata all’artista indiano Vasudeo Santu Gaitonde “Pittura come processo, pittura come vita”, con oltre 40 dipinti e opere su carta provenienti dalle più importanti istituzioni pubbliche e collezioni private.
A Palazzo Fortuny, dal 19 dicembre è in mostra “Henriette Fortuny. Ritratto di una musa” omaggio ad Adèle Henriette Nigrin, la donna che affiancò e ispirò l’eclettico Mariano Fortuny.

Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

 

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.