Santorini. Nel blu dipinto di blu

santorini_tramonto
Una veduta di Santorini al tramonto

Ogni anno milioni di turisti da ogni parte del mondo affollano le scogliere a picco sul mare dell’isola di Santorini per lasciarsi rapire dai panorami mozzafiato dalle molteplici sfumature di azzurro che solo l’Egeo sa regalare.

Ritratta in un pullulare di cupole blu e tetti bianchi, l’isola nota col nome di “Perla Dell’Egeo” si prepara a infrangere nuovi record in fatto di presenze e soggiorni per la stagione che si aprirà a marzo 2016.

50 sfumature di azzurro- cosa vedere

Ciò che i turisti amano dell’isola è senza dubbio la varietà che essa offre lasciando senza parole ogni tipo di viaggiatore in qualsiasi periodo dell’anno.

Il tesoro di Santorini si cela nelle suggestive cittadine che si affacciano sulla Caldera: la prima di queste è Fira, capoluogo dell’isola e tappa obbligata per il suo centro che si districa tra minuscole stradine con negozietti e ristoranti tipici.  Lo spettacolo che vi troverete d’innanzi facendo capolino dalla piazza di Fira è impressionante: un grandioso affaccio sul mare incorniciato da imponenti cupole e infinite gradinate. Proseguendo verso nord vi imbatterete nel suggestivo villaggio di Imerovigli, un luogo magico immerso nella pace più assoluta. Consigliatissima una passeggiata attraverso le sue labirintiche e fiabesche vie.

Gli amanti delle escursioni non potranno rinunciare alla camminata che collega Imerovigli a Oia con un percorso di 8 km lungo il quale sarà possibile ammirare paesaggi talmente aridi da sembrare desertici alternati a scenari da favola dominati da ville lussuosissime. Giunti a Oia vi basterà seguire la folla per trovarvi d’innanzi alle famose tre cupole blu ritratte in tutte le cartoline e protagoniste indiscusse dell’isola.

Al calare del sole la folla si riunisce all’interno dei resti della celebre fortezza diroccata da cui è possibile ammirare quello da molti decretato il tramonto più bello al mondo. Con una splendida vista sul mulino di Oia accompagnata dal sole che tramonta in mare tingendo la scogliera di rosa, lo spettacolo dalla fortezza è assicurato e consigliatissimo.

Per gli amanti della pace e del relax il consiglio è di visitare Santorini nei mesi di marzo e aprile particolarmente favorevoli per le miti temperature e la possibilità di lasciarsi catturare dai magnifici panorami senza la moltitudine di turisti che affolla l’isola nei mesi di alta stagione.

Il periodo più adatto è invece quello che va da giugno a settembre per coloro i quali desiderano godere al meglio della grande varietà di spiagge che Santorini offre ai suoi visitatori. La più tranquilla è la spiaggia nera di Perissa: attrezzatissima e incorniciata da numerosi ristorantini e locali tipici.  Per i più avventurosi è d’obbligo affittare un quod e raggiungere l’affollatissima ma sbalorditiva Red Beach che deve il suo nome al colore delle imponenti pareti rocciose che la circondano e distante appena pochi minuti dal sito archeologico di Akrotiri. Quest’ultimo lascerà senza parole gli amanti dell’archeologia che potranno visitare uno dei più importanti insediamenti preistorici del Mar Egeo.

Dove mangiare

Tra i molti locali sul lungomare di Perissa si trova la taverna Poseidon, un piccolo ristorantino che offre una grande varietà di piatti greci, tutti squisiti e accompagnati dalla simpatia del personale. Pranzando nel ristorante potrete usufruire gratuitamente delle attrezzature balneari (ombrelloni e lettini) del tratto di spiaggia nera adiacente.

Pochi metri più avanti incontrerete la Taverna Lava, una spartana locanda aperta solo per cena e molto frequentata dagli abitanti dell’isola in cui potrete gustare dell’ottimo pesce a prezzi ragionevoli.

Se vi trovate a Oia e volete concedervi una cena di pesce il consiglio è di percorrere la lunga gradinata che conduce al porticciolo di Ammoudi in cui avrete l’imbarazzo della scelta tra le tante taverne che affollano la meravigliosa baia.

Da assaggiare infine almeno una volta in uno dei tanti locali di Fira il Gyros Pita, piatto tipico greco comodo da mangiare al volo durante una passeggiata per il centro e ad un prezzo davvero irrisorio.

Dove alloggiare

Se per la vostra permanenza sull’isola non volete badare a spese la scelta dell’alloggio non potrà che ricadere sul villaggio di Imerovigli in cui sono situati gli hotel più esclusivi di Santorini. In vetta alla classifica degli hotel più lussuosi e particolarmente adatto per lune di miele e anniversari in grande stile è il Dreams Luxury Suites Hotel, composto da sole quattro esclusive suites che vantano Jacuzzi con vista Caldera e terrazza privata. Il prezzo che varia a seconda della suite  si aggira intorno ai 500-600 euro a notte per i mesi di luglio e agosto, scende a 400 euro per i mesi di marzo e aprile.

Se cercate un prezzo più abbordabile senza rinunciare allo scenario di Imerovigli, l’Above Blue Suites Hotel non delude le aspettative con un’architettura tipicamente cicladica e una vista mozzafiato, come suggerisce il nome, immersa nel blu. (Fascia prezzo: 250-300 euro a notte in alta stagione, 150-180 per la bassa stagione)

Consigliatissimo anche l’Art Hotel, collocato nel tranquillo villaggio di Pyrgos e caratterizzato dall’arredamento ricercato e dallo stile estremamente moderno nelle sue suites dotate di ogni comfort.  (Prezzo 200 euro a notte in alta stagione)

Se prediligete invece una posizione strategica per la spiaggia troverete particolarmente adatta Villa Nefeli, composta da graziosi appartamenti curatissimi dalla proprietaria che vi ammalierà con la sua gentilezza. La struttura dista appena pochi metri dalla spiaggia nera di Perissa. Le camere (molte su due livelli e in grado di ospitare anche 4 persone) hanno un prezzo di 50-60 euro a notte.

Prenotando per i mesi di marzo e aprile potrete godere tendenzialmente di un prezzo più basso, in ogni caso il consiglio è di prenotare con largo anticipo per via della limitata disponibilità di molte strutture e dell’alta richiesta durante tutta la stagione.

[prezzi approssimativi da siti ufficiali dei singoli hotel e da Booking.com]

di Sara Giulianis foto di Sergio Pitamitz www.pitamitz.com| Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.