La Scozia selvaggia, il Parco dei Cairngorms

Glenshee-credit-Mike-Bell

Da Edimburgo a Braemar, per raggiungere il cuore pulsante delle Highlands scozzesi.

Il Cairngorms National Park è uno dei parchi naturali più suggestivi della Scozia. Si trova a nord di Edimburgo, nell’Aberdeenshire, nella zona nota come Highlands. E‘ una terra selvaggia, che richiama i paesaggi ancestrali di William Wallace, l’eroe che lottò per l’indipendenza scozzese nel XIII secolo e contro l’occupazione inglese. Qui si trova anche il castello di Balmoral, l’amata residenza estiva dei reali inglesi, dove la regina Elisabetta II trascorre ancora oggi il suo mese di vacanze estive, in agosto.

Si guida per circa tre ore a nord di Edimburgo, lungo una strada panoramica davvero suggestiva che si snoda per i luoghi più incantati e incontaminati del Paese. Si attraversano ponti sospesi, foreste incantate, villaggi con le case dal tetto di torba, distillerie di whiskey, praterie e radure che riportano alla mente le fiabe dei druidi, gli antichi sacerdoti celtici. Qui, tra le montagne brulle di Cairngorms, nel profondo nord, volano ancora le aquile dorate. Il loro grido risuona nell’aria, riportando la mente allo stato naturale e primitivo della Terra come quando fu creata in principio. Intorno al castello di Balmoral, che si può visitare tutto l’anno eccetto quando vi risiede la regina, pascolano indisturbati i cervi reali.

Arrivando verso Breamar, uno dei principali villaggi del parco insieme a Ballater e Inverey, si passa a fianco di un grosso hangar in mezzo al nulla. Tutto intorno solo le groppe marroni delle montagne. In quell’hangar un vecchio dalla barba bianca come la neve e gli occhi azzurri come il ghiaccio tiene il suo bellissimo aliante. Un prodigio del disegno, un airone meccanico. Si parte trainati da un piccolo velivolo a motore che con una lunga fune di acciaio decolla, tirandosi dietro l’elegantissimo aliante. Raggiunta la quota giusta il vecchio sgancia la fune e l’aliante si appoggia dolcemente sulle termiche di aria calda. L’unico rumore quello del vento. Un volo magico, sopra le montagne scozzesi, trasportati solo dal vento e dall’aria calda. Il volo sinuoso dell’aliante volge al termine e il bellissimo airone bianco brillante plana verso terra; le mandrie di mucche e le greggi di pecore corrono facendosi da parte per lasciare spazio all’atterraggio.

Intanto, nel villaggio di Braemar, dalle finestrelle dei pub, esce il profumino delizioso della pie di cervo, il profumo fruttato del sidro di mele e quello del salmone affumicato. Il camino scoppietta e nel calduccio confortante dei salotti su delle grosse poltrone, i vecchi del paese bevono i loro bicchieri di whiskey. Benvenuti in Scozia.

di Elena Brunello, foto di Visit Cairngorms – credit Mike Bell |Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

STYLE CSS VIDEO