Street art. Un fenomeno globale

Street Art

Sempre più spesso, camminando per le strade di grandi metropoli o piccole città di provincia, veniamo catturati da particolarissimi murales dai colori sgargianti. Ma il murales non è solo colore. Il murales è arte.

Questo tipo di espressione artistica viene denominata di Street Art, ovvero arte urbana e prende forma proprio negli spazi di dominio pubblico come muri pubblici, strade, stazioni. Un tempo considerata un puro e basso atto di vandalismo, oggi viene esaltata come opera d’arte capace di trasmettere emozioni forti. Le opere acquistano significato solo in relazione al contesto e sono il frutto delle spontanea reazione sociale a bisogni e ideali altrimenti inespressi.
La street art comunica, diverte e abbellisce. Si, perché talvolta è utilizzata anche come metodo di riqualificazione urbana.

Abbiamo selezionato 8 location nel mondo dove vale la pena andare a fare un tour con gli occhi ben aperti.

Olanda, Amsterdam
Architettura e street art vivono un forte legame. Lo sanno bene il Benthem Crouwel, studio di architettura con sedi in Olanda e Germania, e Irma Boom, graphic designer olandese.
La loro collaborazione ha portato alla costruzione di un avveniristico tunnel rettangolare, praticabile sia da biciclette che pedoni. Il suo nome è Cuyperspassage e collega il centro città al lungomare. Una lunga fila di LED divide la parte dedicata ai ciclisti da quella per i pedoni. La prospettiva è particolarissima: sembra di essere contemporaneamente in due luoghi diversi. Il lato dei pedoni è decorato con milioni e milioni di piastrelle che danno vita a un suggestivo spettacolo, ispirato a un lavoro di Cornelis Boumeester raffigurante la nave da guerra di Rotterdam. Attraversando il tunnel i passanti si spostano dalla parte storica della città alla “new Amsterdam”. Provare per credere.

Street Art_Amsterdam

Marocco
Dopo aver trasformato una chiesa in uno skatepark, Okuda San Miguel ha realizzato un murales a 360° sulla superficie di un’altra chiesa marocchina abbandonata. Orsi geometrici, uccelli, volti umani.
La chiesa è uniformemente dipinta di un tono acceso di giallo e decorata con dettagli architettonici dai colori non meno vibranti. Le vecchie sbarre delle finestre sono state trasformate dall’artista in gabbiette per uccelli e le finestre stesse in cappelli e corone. Una botta di colore e creatività che vi lascerà a bocca aperta!

Street Art_Marocco

Polinesia
Julien Malland, aka Seth, è un artista e documentarista francese che gira il mondo alla ricerca di ispirazione. Le sue creazioni nascono dall’influenza delle tradizioni e del contesto socio-culturale del paese in cui si trova. Questo lavoro lo ha portato a lavorare in varie parti del mondo e in ognuna di esse ha lasciato il segno: Polinesia, Ucraina, Vietnam, Indonesia, Cina, Messico sono solo alcune delle mete dove poter ammirare i suoi capolavori. Al suo stile facilmente riconoscibile si affianca una forte capacità di comprensione delle culture e delle diversità. Ciò che per Seth è davvero importante è che la street art instauri un dialogo con il passante. E per fare questo la street arte deve avere un messaggio.

Street Art_Polinesia

Italia, Napoli
Per le strade di Napoli è da poco stato avvistato Blu, street artist italiano segnalato nel 2011 da Il Guardian come uno dei dieci migliori street artist in circolazione.
L’artista è stato da poco “beccato” mentre dava gli ultimi ritocchi alla sua nuova creatura: un gigante verde che tenta di strapparsi l’uniforme da carcerato.
Si suppone che il mostro verde abbia un legame con l’edificio su cui è stato dipinto: una ex prigione ora convertita in comunità. Le opere di Blu si trovano sparse in tutto il mondo, Messico, Bolivia e Germania comprese.

Street Art_Napoli

Germania, Berlino
Nei suoi murales l’artista canadese Li-Hill dipinge angeli, animali, schermitori e la raffigurazione delle loro anime. C’è qualcosa di mistico nei suoi lavori, dove non manca però energia e senso del movimento.
Li-Hill gioca con il pennello creando trasparenze, luce e movimento: sembra quasi che le figure siano le proiezioni di loro stesse.
Per la realizzazione delle sue opere l’artista si ispira alla relazione tra uomo e natura, all’industrializzazione e alla saturazione dell’informazione. Ancora una volta l’arte parla di cultura e società.

Street Art_Berlino

Canada, Vancouver
La coppia di street artist brasiliana Os Gemeos è stata invitata dalla Biennale di Vancouver a “cambiare identità” a sei storici silos di Granville Island. Oggi si sono infatti trasformati in sei altissimi giganti iper colorati. Per realizzarli ci è voluto un intero mese di lavoro no stop, ma il risultato è fenomenale. In questo caso si può proprio dire che il colore illumina qualsiasi luogo!

Street Art_Vancouver

California, San Francisco
Se ci spostiamo in California dobbiamo fare un salto a San Francisco per scattare una foto al piccolo ma arguto attacco d’arte di Mona Caron. Il titolo dell’opera è Manifest Station e per essere compresa dev’essere osservata da una specifica angolazione. Linee e curve si intersecano creando un tutt’uno con il panorama circostante. Da vedere!

Street Art_San Francisco

Francia, Parigi
Lo spagnolo Pejac lavora benissimo sia sulle grandi che sulle piccole superfici, creando figure e personaggi dallo stile inconfondibile.
L’artista è stato di recente a Parigi, dove ha realizzato opere senza risparmiarsi un briciolo di creatività.
In una di questa raffigura un bambino che ha appena “scampato” una secchiata di colore, andata a finire sul muro. Se ci si avvicina alla macchia si scopre però come quest’ultima non sia nientemeno che una mini rappresentazione di “Colazione sull’erba” di Manet. Creatività da vendere il ragazzo!

Street Art_Parigi

di Ilaria De Pasqua |Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.