Cantine aperte 2016. Lombardia e Lazio in pole position

Cantine aperte 2016Uno tra gli eventi enoturistici più importanti d’Italia sta per tornare a rallegrare lo stivale: Cantine Aperte 2016 è alle porte. Quest’anno, nel weekend del 28-29 maggio, si celebra la 24esima edizione della grande festa del vino del Movimento Turistico del Vino con degustazioni, visite in vigna e tante iniziative che coinvolgono l’Italia intera.

Come da tradizione dal 1993, l’ultima domenica di maggio tutte le cantine socie del Movimento Turistico del Vino si aprono al pubblico per far toccare con mano e, soprattutto, assaporare, la cultura enogastronomica del paese.
Sempre più turisti, dall’Italia e dall’estero, fanno del vino una passione e la possibilità di avvicinarsi al mondo delle cantine è per loro un’occasione di partecipare ad un’esperienza fuori dal comune.
I più curiosi potranno addentrarsi nelle cantine alla scoperta dei segreti della vinificazione e dell’affinamento, imparando così tecniche o semplicemente curiosità.
Dal grande successo ottenuto con le edizioni passate i produttori hanno guadagnato consapevolezza di un patrimonio prezioso, sviluppando potenzialità di accoglienza inattese.
Non solo esperti di enogastronomia ma anche turisti, giovani e coppie con la passione per il vino ad animare l’evento.

Per scoprire le cantine aperte della Lombardia

Per scoprire le cantine aperte del Lazio

di Ilaria De Pasqua |Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.