Assicurazioni di viaggio. Perché dire si

Assicurazioni di viaggioQuale periodo migliore dell’estate per partire. Che si vada vicino o lontano da casa, al momento della prenotazione il dilemma è sempre lo stesso: fare o non fare l’assicurazione di viaggio? La maggior parte delle volte si propende per il no, considerandola solo come una spesa in più. Prenotando sempre più spesso i viaggi online mesi e mesi prima per usufruire delle offerte, l’assicurazione passa in secondo piano: prima di tutto il risparmio, alla sicurezza ci si pensa poi nel momento del bisogno. Se, malauguratamente, qualcosa dovesse però andare storto ci si ritroverebbe poi in situazioni cavillose e di difficile risoluzione.

Prima di pronunciare un no categorico sarebbe quindi bene valutare i costi dell’assicurazione, spesso esigui se paragonati a quanto si potrebbe perdere se vittime di un furto o se colpiti da un malore che richiede spese mediche cospicue. La piccola spesa extra dell’assicurazione funge infatti da cuscinetto e dà quella tranquillità necessaria per partire sereni.

Diverse le tipologie di polizze assicurative di cui ciascun viaggiatore può usufruire, di seguito le più importanti.

Assicurazione annullamento viaggio
Impossibilitati a partire per un motivo o per l’altro e senza assicurazione? La somma pagata andrà completamente persa. Zero possibilità di rimborso. L’assicurazione annullamento viaggio permette invece di recuperare, tutta o in parte, la somma versata. Importante da ricordare che la copertura è valida solo se tra prenotazione e stipula passa poco tempo (per alcune compagnie assicurative la garanzia di annullamento è valida solo sottoscrivendo la polizza massimo entro le 24 del giorno successivo alla prenotazione del viaggio).

Assicurazione volo
Se il volo viene annullato all’ultimo minuto dalla compagnia aerea o se semplicemente siamo noi a doverlo annullare, con l’assicurazione volo non c’è di che preoccuparsi. Grazie all’assicurazione si potrà ottenere un rimborso o una soluzione alternativa per altre destinazioni.

Assicurazione bagaglio
Ai nastri bagagli l’ansia di non veder comparire la propria valigia è alta. L’assicurazione bagaglio permette non solo di coprire il rischio di smarrimento (il più comune), ma anche quello di furto o di danneggiamento e la conseguente perdita di oggetti di valore quali gioielli, documenti, apparecchiature elettroniche, ecc. L’importante è assicurarsi che ci siano tutte le coperture necessarie per non passare tutto il viaggio con le dita incrociate.

Assicurazione sanitaria
Una delle coperture più importanti è quella sanitaria. Copre l’assistenza, l’eventuale ricovero ospedaliero e le spese mediche e farmaceutiche per malattie e infortuni. All’interno dell’UE le cure mediche sono gratuite, basta mostrare la tessera sanitaria. Come noto però, in molti paesi extraeuropei l’assistenza sanitaria non è garantita e ricorrere a strutture private può avere costi davvero elevati. L’assicurazione sanitaria di viaggio diventa quindi una sorta di salvagente nel caso il paese di destinazione non dovesse prevedere la prestazione di assistenza ai cittadini italiani iscritti al Servizio Sanitario Nazionale (vedi gli Stati Uniti), costringendoli a pagare di tasca propria ogni cura.
Si tratta in ogni caso di una polizza molto delicata e per questo va studiata nei minimi dettagli.

Brexit. Cosa cambia se si viaggia nel Regno Unito?
Dopo vari allarmismi generati da bufale del web in merito alla necessità di passaporto, visto o quant’altro, si tranquillizzano i viaggiatori anche riguardo la copertura sanitaria, che per il momento continua ad essere garantita dalla Tessera Europea di Assicurazione Malattia. Più avanti le cose cambieranno e la situazione sarà simile a quella degli USA, per cui anche per viaggiare in Inghilterra sarà richiesta un’assicurazione di viaggio con copertura sanitaria.

Rischio terrorismo. Come comportarsi?
Come fare se la meta prescelta dovesse malauguratamente diventare sede di un attacco terroristico? Il rimborso totale scatta solo se la Farnesina dà l’alert di non spostarsi verso la meta prescelta con avviso sul sito viaggiaresicuri.it.

Testo di Ilaria De Pasqua, foto Shutterstock  |Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.